Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Delitto di Passo Ripe: due arrestati, ma è caccia al terzo uomo

Secondo gli inquirenti gli assassini potrebbero essere tre, due uomini e una donna. Taurino sarebbe stato ucciso per "difendere l'onorabilità della ragazza"

Gli assassini, forse, erano tre. Mentre infatti si trovano rinchiusi in carcere S.A., una giovane di 23 anni e M.J., un giovane 24 anni, entrambi albanesi, è caccia a un terzo uomo, M.A., di 34 anni.
I tre sono sospettati di essere gli autori, in concorso fra loro, dell'omicidio di Luigi Taurino, 35 anni originario di Cerignola ma residente nell'anconetano.
Il movente, stando alle indagini portate avanti dai carabinieri del Reparto Operativo di Ancona, va ricercato nella difesa dell'onorabilità della ragazza.

Taurino, che risiedeva da anni con moglie e figlio nel piccolo paesino del senigalliese, nel tempo aveva aperto e chiuso varie attività: dopo avere gestito una macelleria in un centro commerciale, ne aveva aperta una da poco nella vicina Marzocca.
Il fratello è imputato ad Ancona in un processo per reati legati alla prostituzione insieme a un funzionario di polizia, e lo stesso Taurino aveva qualche piccolo precedente penale di poco conto.
La sera del 20 ottobre gli assassini gli hanno teso un brutale agguato: l'uomo è stato verosimilmente aggredito in un luogo diverso da quello in cui poi è stato trovato a terra, agonizzante, ma sempre vicino casa.

L'autopsia, che sarà condotta oggi a differenza di quanto emerso in precedenza, chiarirà le dinamiche della profonda ferita da taglio alla gola e di almeno un'altra, più superficiale, nella guancia della vittima.

 






 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delitto di Passo Ripe: due arrestati, ma è caccia al terzo uomo

AnconaToday è in caricamento