Sgozzato a 17 anni, l'omicida alla famiglia di Ismaele: «Chiedo scusa»

In teoria dopo l'interrogatorio l'accusato dovrebbe portare i carabinieri nel luogo in cui ha gettato l'arma del delitto, un coltello a serramanico. Nel frattempo, non e' stata ancora fissata la data di convalida dell'arresto dei due albanesi

La vittima Ismaele Lulli

«Il ragazzo mi ha pregato di dire che chiede perdono alla famiglia e alla cittadinanza. E' fortemente provato e sa quello a cui andrà incontro". Lo ha detto l’avvocato Salvatore Asole, difensore di I. M., il 20enne accusato di essere l’esecutore materiale del delitto di Ismaele Lulli. Secondo il legale, il presunto omicida avrebbe preso coscienza di quanto fatto e avrebbe chiesto di portare le sue scuse alla famiglia del pesarese. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In teoria dopo l'interrogatorio l’accusato dovrebbe portare i carabinieri nel luogo in cui ha gettato l'arma del delitto, un coltello a serramanico. Nel frattempo, non e' stata ancora fissata la data di convalida dell'arresto dei due albanesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Asteroide in arrivo, lo vedremo dal balcone: «Il vero spettacolo però sarà la cometa»

  • Coronavirus, facciamo chiarezza: quali sono i sintomi e come si trasmette

  • Storico macellaio e uomo generoso, Furio è morto di Covid: «Il tampone fatto troppo tardi»

  • Una passeggiata da 400 euro, primo pedone "fuori quartiere" multato dalla polizia

  • Il rubinetto diventa flussimetro per respiratori, l'invenzione dei cardiologi in un tutorial

  • La terra torna a tremare, scossa di terremoto registrata ad Ancona

Torna su
AnconaToday è in caricamento