Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Delitto di Chiaravalle, il Riesame ha deciso: l'indagato torna libero

Il pm Paolo Gubinelli sarebbe pronto a chiedere il giudizio immediato per N. C., ritenuto dalla pubblica accusa il killer di Sartini. Dunque la partita si giocherà a processo, sul piatto della bilancia restano diversi elementi sia a favore che contro l'indagato

I Ris a casa della vittima

Torna libero N. C., il romeno 23enne arrestato lo scorso 9 gennaio con l’accusa di aver ucciso in casa Giancarlo Sartini, il pensionato 53enne massacrato a colpi di spranga in casa sua a Chiaravalle, nella notte tra il 26 e il 27 dicembre 2014. La decisione è arrivata questa mattina da parte del Tribunale del Riesame a seguito della richiesta di scarcerazione degli avvocati Marina Magistrelli e Simeone Sardella. E così, meno di un’ora fa, l’indagato per omicidio volontario ha lasciato il carcere. «Siamo molto soddisfatti di questo risultato. E’ un primo passo importante» ha commentato Simone Sardella, avvocato difensore insieme all’avvocato Marina Magistrelli, la quale ha detto: «Adesso puntiamo tutto sul processo. Abbiamo vinto solo una battaglia». 

Sì, il processo, quello che dovrà aprirsi a breve dato che il pm Paolo Gubinelli sarebbe pronto a chiedere il giudizio immediato per N. C., ritenuto dalla pubblica accusa il killer di Sartini. Sul piatto della bilancia restano diversi elementi a favore e contro l’indagato. Da una parte le intercettazioni telefoniche e quella chattata facebook con la sorella. Dall’altra l’alibi del romeno confermato dalla prostituta con cui il giovane avrebbe trascorso quelle ore in cui Sartini sarebbe stato ucciso. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delitto di Chiaravalle, il Riesame ha deciso: l'indagato torna libero

AnconaToday è in caricamento