Delitto di Chiaravalle, il 22enne indagato si avvale della facoltà di non rispondere

L'arresto è stato convalidato. Tuttavia il giovane vicino di casa della vittima, tramite i suoi avvocati, fa sapere che non c'entra nulla con la morte del chiaravallese e si dichiara innocente

Marina Magistrelli e Simeone Sardella

Si è avvalso della facoltà di non rispondere il 22enne di origini romene, da 12 anni residente in Italia e accusato dell’omicidio di Giancarlo Sartini, il 53enne massacrato nella sua casa nella notte tra il 26 e il 27 dicembre scorso. Dunque il giovane operaio originario dell'Est Europa, indagato per omicidio volontario aggravato e rapina aggravata, lunedì mattina ha avuto l'udienza di fronte al Gip Antonella Marrone. Nessuna risposta e il giudice anconetano ha convalidato l’arresto, confermando la misura cautelare in carcere. 

Tuttavia il giovane vicino di casa della vittima, tramite i suoi avvocati Marina Magistrelli e Simeone Sardella, fa sapere che non c’entra nulla con la morte del chiaravallese e si dichiara innocente. Eppure di recente avrebbe parlato anche la sorella della vittima, raccontando come il fratello si fosse aperto con lei, parlandole di quel vicino di casa che non lo convinceva. Forse, in riferimento ad un furto subito precedentemente in casa sua. tanto da convincere anche gli investigatori che c'è un collegamento tra l'indagato e quel furto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento