Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Centro storico / Corso Giuseppe Mazzini

Corso Mazzini: la guerra dei dehors, venerdì scatta il divieto

I commercianti divisi sul provvedimento, sono già partiti i primi ricorsi al Tar. Il paradosso del divieto: tra un mese tutti gli esercenti potranno già rimontare pedane e gazebo

Nella foto: Corso Mazzini

Venerdì prossimo 16 Marzo i commercianti e  i ristoratori di Corso Mazzini dovranno applicare il provvedimento della Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici delle Marche. Questo impone che, in tutte le aree di ristoro al di fuori di bar, ristoranti e pizzerie, vengano tolti ogni sorta di gazebo e pedane per lasciare spazio al massimo a tavolini, sedie e ombrelloni. Tutte le altre strutture però potranno essere reinstallate per il periodo estivo che va dal 15 Aprile al 15 Ottobre.

Il provvedimento, a firma del soprintendete Giorgio Cozzolino, è tale per cui non vi sembra spazio per deroghe o alternative che vedano un intervento più leggero, in quanto l’interesse per il mantenimento architettonico e artistico della Fontana del Calamo e dell’ex convento dei Domenicani, è d’importanza prioritaria.

Prevedibile la reazione a dir poco contraria di alcuni commercianti, come Gabriele Capannelli della Bontà delle Marche, che denuncia l’atteggiamento passivo del Comune di Ancona nell’adottare il provvedimento e ha dichiarato di aver ritenuto doveroso ricorrere al Tar per difendere la sua attività. Di contro c’è anche chi ritiene giusto questo provvedimento come Tiziana Giorgi della Gioielleria Giorgi: “Secondo me è stata approvata una cosa molto giusta perché non è corretto che queste pedane e questi baracchini stiano tutto l’inverno ad occupare suolo pubblico senza poi essere utilizzate. E’ bene quindi toglierli e lasciare questo Corso agli anconetani nel periodo invernale. Per me - specifica la Giorgi – possono mettere lo stesso quantitativo di tavolini di sempre ma non d’inverno.”

Al di là del fatto che sembra paradossale chiedere di smantellare tutto in un paio di settimane per poi rimontare tutto fra un mese, mancano pochi giorni perché Corso Mazzini ci faccia vedere un nuovo volto.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corso Mazzini: la guerra dei dehors, venerdì scatta il divieto

AnconaToday è in caricamento