rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Borgo Rodi / Via Rodi

«Mattonelle crepate, sporcizia e ferri esposti. Il parco del Pincio è una vergogna»

A dirlo è Serena Rodini, mamma di una bimba di soli 2 anni, che lamenta lo stato in cui versa il parco del Pincio, in via Rodi

«Bagni che fanno pietà, recinzione in tutta la mura con tanto di ferri esposti ed entrata libera, sporcizia e mattonelle traballanti. La situazione del parco del Pincio è vergognosa». Sono queste le parole di Serena Rodini, mamma anconetana, diventata la portavoce di tanti genitori preoccupati per la situazione del parco di via Rodi, ad Ancona. La cittadina si rivolge direttamente al Comune ed auspica un rapido sopralluogo per risolvere la situazione: «Nel parco c'è anche una pista di pattinaggio che si fa fatica a commentare, con mattonelle traballanti, crepate o addirittura mancanti. Segnalo che all'interno del parco sono tanti i bambini di tutte le età che giocano ogni giorno con biciclette, pattini, stake e monopattini. Per non parlare poi della sporcizia: una cosa vergognosa».

Come detto Serena Rodini aspetta una risposta dal Comune, dopo che la stessa amministrazione in passato era stata più volte sollecitata sulla questione: «Da parte loro c'è stato solo silenzio, i parchi giochi devono essere un'isola felice e non un pericolo».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Mattonelle crepate, sporcizia e ferri esposti. Il parco del Pincio è una vergogna»

AnconaToday è in caricamento