Fincantieri: le mareggiate colpiscono lo stabilimento, danni a mura e deposito

Onde alte più di sei metri hanno provocato il cedimento della sommità delle mura esterne - di cemento armato - del lato nord e reso pericolante il deposito dei ponteggi

L’ondata di maltempo che si è abbattuta sulle Marche non ha risparmiato nemmeno lo stabilimento Fincantieri di Ancona: onde alte più di sei metri hanno provocato il cedimento della sommità delle mura esterne – di cemento armato –  del lato nord e reso pericolante il deposito dei ponteggi.

Ma non è tutto: danneggiate anche le coperture in lamiera dei capannoni, la pavimentazione stradale dal lato della diga e allagate parte delle officine. L’azienda ha autorizzato il personale ad operare solo lontano da potenziali fonti di pericolo. Squadre di manutenzione e assistenza  sono intervenute sul posto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento