Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Osimo

Polizia locale, gioventù al comando: «Divisa amica e presenza sul territorio»

Il nuovo comandante della poliza municipale presenta le sfide che lo aspettano in città

Nella sede della polizia municipale di Osimo si chiede del nuovo comandante e, nei pochi minuti di anticamera, ci si prepara a incontrare un severo ufficiale con i capelli ormai grigi. A presentarsi invece è un ragazzo di 34 anni, Daniele Buscarini. Divisa d’ordinanza scura, mascherina anti-covid e maniere gentili ma anche lo sguardo di chi sa il fatto suo dopo esperienze in altre località della regione e non. «Ricoprire un ruolo così importante a questa età è una sfida entusiasmante perché un giovane ha voglia di fare e di innovare» ha detto Buscarini, che da circa un mese ha preso il posto dello storico comandante Graziano Galassi nella sede di via Molino Mensa. «Sto conoscendo lo staff, è un buon gruppo ed è un buon mix tra gioventù ed esperienza». Buscarini non è il più giovane del comando, ma poco ci manca e allora la domanda viene spontanea: situazioni di reticenza da parte di chi ha più anni di servizio e sulla carta d’identità? «No, qui ho trovato prima il rispetto della persona e poi quello per la divisa». Alle dipendenze di Buscarini ci sono 25 operatori che seguono i diversi settori, ma che sono pronti a integrare le varie competenze in caso di urgenza. Il nuovo corso, spiega il comandante, porterà ad Osimo un approccio più diretto possibile tra la polizia locale e la popolazione. «Una presenza all’esterno non mi fa paura anzi, la cittadinanza è giusto che veda il comandante anche sul territorio per problematiche specifiche o controlli sulla movida, durante i quali sono passato anche io per salutare i colleghi». E poi c’è l’immagine stessa dell’agente: «La sfida è la presenza non solo a livello di sanzione, ma anche di collaborazione con il cittadino perché la divisa è una forza amica per il soggetto che è in regola». Questione sicurezza: a Osimo i vigili sono armati di pistola da diversi anni: «Gli agenti fanno regolarmente corsi e allenamenti al poligono, parlare di altre dotazioni adesso è prematuro. Il Taser in base alla normativa viene dato solo alle polizie locali dei comuni con un più alto numero di abitanti, per ora neppure le forze di polizia ce l’hanno. Se dovessero averlo loro, allora ci allineeremo». 

I risultati degli ultimi controlli per il rispetto del Coronavirus sottolineano la diligenza gli osimani: su 1.300 accertamenti dal 17 marzo in poi sono state sanzionate solo 30 persone, perlopiù dovute agli spostamenti non dettati da necessità. «In questo primo mese abbiamo iniziato anche i servizi serali in centro storico, in collaborazione con il nuovo commissario Stefano Bortone e le altre forze di polizia e protezione civile. Proprio i volontari hanno installato un punto di primo intervento nella piazza comunale che finora, per fortuna, non è mai servito». 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia locale, gioventù al comando: «Divisa amica e presenza sul territorio»

AnconaToday è in caricamento