Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Cupramontana

Riforniva d'acqua il municipio, scoperto antico acquedotto romano

Il condotto risulta facilmente percorribile verso monte, ovvero verso il suo inizio, mentre a valle è completamente ostruito da un palo in cemento armato

Al ritrovamento è stata subito fatta la segnalazione alla Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Marche e i lavori sono stati sospesi. Successivamente è stata redatta ed approvata una variante al progetto del nuovo teatro, in quanto il disegno originario incideva marginalmente sul condotto. Ricevute tutte le necessarie autorizzazioni, i lavori sono ripresi. Lo scavo ha portato alla luce un cunicolo interamente incavato a mano nell’arenaria, alto 2 metri, con uno sviluppo di circa 34 metri e una pendenza del 2%. Il condotto risulta facilmente percorribile verso monte, ovvero verso il suo inizio, mentre a valle è completamente ostruito da un palo in cemento armato costruito per sorreggere un piccolo edificio adiacente al futuro teatro comunale. L’esplorazione del cunicolo, da parte degli archeologi della Soprintendenza prima e degli speleologi cuprensi poi, ha fin da subito confermato che l'opera è il tratto iniziale dell’antico acquedotto romano scoperto dallo storico cuprense Don Francesco Menicucci nella seconda metà del 1700.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riforniva d'acqua il municipio, scoperto antico acquedotto romano

AnconaToday è in caricamento