Formazione, soccorso e un nuovo direttivo: riparte da qui la Croce Rossa di Ancona

L’impegno della Croce Rossa a livello locale regionale lo ha ricordato anche l’assessore Stefano Foresi

Foto di repertorio

Il soccorso coordinato con la centrale operativa del 118, il rinnovo della convenzione con la Guardia Costiera per il soccorso in mare con l’idroambulanza, un nuovo corso di formazione di volontari e le attività dei giovani. Sono solo alcuni dei punti cardine da cui riparte oggi la Croce Rossa di Ancona dopo aver superato un commissariamento a livello locale e il passaggio da pubblico a privato a livello nazionale. Proprio oggi la Cri Ancona ha presentato il proprio comitato e il nuovo direttivo composto dal presidente Pierino Belfiori insieme a Stefano Filiberti, Alberto Bolognini ed Elisa Scarpini.

Le aree tematiche e i numeri

In una conferenza stampa tenutasi stamane alla sede del comitato anconetano di via del Commercio, il presidente Belfiori (L'INTERVISTA) e il vice presidente Francesco Lupacchini (foto in basso), alla presenza dell’assessore alla sicurezza e protezione civile Stefano Foresi, hanno spiegato come il comitato dorico si articoli in 6 aree: salute, sociale, emergenza e protezione civile, principi e valori, giovani e sviluppo. E’ grazie a 270 volontari, 14 dipendenti e 6 operatori di servizio civile che Croce Rossa Ancona, solo nel primo trimestre 2019, ha  potuto eseguire 1.080 servizi. «Servizi che vede impegnati personale operativo solo dopo aver conseguito tutte le abilitazioni necessarie, concesse solo dopo un periodo di formazione molto impegnativo e un esame finale - ha spiegato Francesco Lupacchini - Un volontario non salirà mai su un’ambulanza se non è idoneo per gli standard dei nostri staff di formazione. Certo, questo è anche un aggravio, ma così il volontario che accetta, sarà una risorsa motivata a studiare e lavorare attivamente insieme a formatori per rendere un servizio di qualità al cittadino». 

Croce Rossa Ancona, una famiglia civilmente impegnata - IL VIDEO

Le convenzioni attive 

Quella con l’ASUR per l’emergenza territoriale e trasporti prevalentemente sanitari (TPS), nonché per il trasporto di campioni biologici e per i trasporti non prevalentemente sanitari (TNPS), infine la convenzione con l’Autorità Portuale per l’assistenza sanitaria nel periodo estivo al porto di Ancona al terminal crociere. La Cri ha agito a supporto della CRI Marche nella gestione delle operazioni di evacuazione e assistenza in occasione del Bomba Day, ospitando anche presso la nostra sede la sala operativa regionale. In particolare l’area Salute è stata impegnata in mass training in 2 istituti scolastici con più di 50 alunni e lezioni informative su manovre di disostruzione pediatrica rivolte alla cittadinanza. 

Il commento dell’assessore Stefano Foresi: «Io ci sono sempre»

L’impegno della Croce Rossa a livello regionale in occasione del Bomba Day lo ha ricordato anche l’assessore Stefano Foresi che ha detto: «Faccio un grande in bocca al lupo alla Croce Rossa perché hanno bisogno di lavorare 4 anni. Io ho avuto tante volte la collaborazione della Croce Rossa, come in occasione dell’evacuazione per il disinnesco della bomba agli Archi. Mesi di lavoro con la Cri che per me è stato di grande supporto. Ora però avete 4 anni di fronte in cui avete bisogno di lavorare, poi vedremo…Io ci sono sempre stato e ci sarà sempre». 

La formazione

Gli operatori Cri hanno formato: 103 persone per il primo soccorso aziendale nella Questura, aziende per primo soccorso aziendale, 27 persone dell’Ufficio scolastico Regionale, 60 persone tra Aereonautica Militare e Marina Militare, 80 persone esterne con certificazione per l’utilizzo del defibrillatore, 40 nuovi volontari abilitati a svolgere il servizio sanitario in ambulanza in convenzione 118, 15 ragazzi del servizio civile.

Il programma per il futuro

La Cri Ancona guarda al futuro, nel quale c’è formazione interna per tutti volontari e dipendenti, un corso abilitativo all’utilizzo del defibrillatore per 50 guide ambientaliste, una squadra OPSA (Operatori Polivalenti Soccorso in Acqua) composta da 23 volontari e già dotata di un’idroambulanza, la presenza al Festival del Mosciolo che si terrà dal 27 al 30 giugno 2019, presenza al primo Marche Pride programmato per l’8 giugno 2019 e un nuovo corso d’accesso volontari per quanti vorranno unirsi a quella che la Cri Ancona considera da sempre una grande famiglia civilmente impegnata.

Potrebbe interessarti

  • L’extra lusso fa tappa ad Ancona, in porto c'è il "Pelorus": è l'ex yacht di Abramovich

  • "Viagra naturale" e fonte di vitamine, ma il peperoncino può anche far male

  • Quando il freddo rovina il gusto: i cibi da tenere fuori dalla portata...del frigo

  • Il barbecue perfetto è quello fai da te: come costruirlo in poche mosse

I più letti della settimana

  • Malore in galleria, sbanda e si schianta contro un'altra auto: atterra l'eliambulanza

  • «Aiuto mi hanno violentata», choc al Passetto: soccorsa ragazza in lacrime

  • Malore fatale in auto, choc davanti al supermercato: Pietro non ce l'ha fatta

  • Veranda e pavimentazione abusive, sequestrata parte dello chalet balneare

  • Calci e pugni contro la compagna e la figlia: arrestato dopo il raptus di gelosia

  • L’extra lusso fa tappa ad Ancona, in porto c'è il "Pelorus": è l'ex yacht di Abramovich

Torna su
AnconaToday è in caricamento