menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ascani, sindaco di Castelfidardo

Ascani, sindaco di Castelfidardo

Variante inglese nelle scuole, il sindaco Ascani: «Necessario lo screening»

Roberto Ascani ha scritto al governatore Francesco Acquaroli, all'assessore alla Sanità, Filippo Saltamartini, e ai vertici Asur sollecitando lo screening in ambito scolastico

«È necessario sottoporre a screening tutta la popolazione scolastica: è evidente la correlazione dell'aumento dei contagi con questo ambito». Lo spiega all'agenzia Dire il sindaco di Castelfidardo, Roberto Ascani, che ha scritto al governatore Francesco Acquaroli, all'assessore alla Sanità, Filippo Saltamartini, e ai vertici Asur sollecitando lo screening della popolazione scolastica. «Castelfidardo è uno dei Comuni più monitorati in provincia di Ancona. Tre giorni fa, venerdì, erano 28 i casi riscontrati collegati alla variante inglese. E' lo stesso comitato tecnico-scientifico che dice di trattare la variante inglese con un tempestivo e capillare contact tracing - continua Ascani -  escludo in ogni caso una chiusura dei luoghi pubblici perchè provocherebbe solo uno spostamento degli assembramenti giovanili in altre location cosi' come l'eventuale chiusura totale dei plessi scolastici».

Restano chiuse invece le scuole dell'istituto comprensivo Soprani di cui fa parte anche la scuola primaria. «Dove - continua Ascani- è stato riscontrato tra i docenti un nuovo caso di variante inglese. Ma per fortuna la primaria era già chiusa perchè fa sempre parte dell'istituto comprensivo Soprani, chiuso da lunedì scorso. Non ci sono al momento invece i numeri per chiudere i plessi scolastici dell'istituto comprensivo Mazzini». Il primo cittadino, in attesa che l'Istituto superiore della sanità ed il ministero della Sanità coordinino azioni omogenee da adottare nei territori con numeri così alti (in particolare quelli legati alla variante inglese), auspica azioni condivise con gli altri Comuni della Valmusone. «Auspico misure mirate e condivise - conclude - Un esempio? Penso a iniziative soprattutto nell'ambito sportivo. Le società sportive che non svolgono attivita' di tipo professionistico dovrebbero interrompere».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Venerdì firmo la nuova ordinanza, zona rossa fino al 14 marzo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento