rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca Jesi

«Situazione drammatica, nella fascia d'età 0-18 anni il livello è da far venire i brividi»

Parole, quelle del sindaco Massimo Bacci, che delineano un quadro pesante in tutto il territorio jesino: «Ecco perchè ho dovuto chiudere le scuole»

«Il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri prevede che se l'incidenza settimanale dei casi Covid è superiore a 250 ogni 100 mila abitanti scatta in automatico la zona rossa. A Jesi siamo ad un numero di casi più che doppio rispetto a tale soglia. Non solo: la percentuale di incremento di contagio nelle varie fasce di età da 0 a 18 anni è ad un livello tale da far venire i brividi». Usa parole forti il sindaco di Jesi Massimo Bacci, che sul suo profilo Facebook spiega i motivi che hanno portato, nel pomeriggio di oggi, alla scelta di chiudere tutti gli istituti scolastici della cittàBacci01-2

«Ecco perché - continua il primo cittadino - non essendo stato assunto a livello regionale, con l'introduzione della zona rossa, anche un provvedimento di sospensione dell’attività didattica in presenza in tutte le scuole di ogni ordine e grado - ho ritenuto doveroso assumere io tale decisione a partire da domani e fino a venerdì prossimo. Me ne assumo la paternità, come faccio sempre, tra l'altro essendo come sindaco il primo responsabile della sanità pubblica. Capisco e comprendo i disagi che possono crearsi - specie per quelle famiglie dove i genitori lavorano e hanno difficoltà a trovare qualcuno a cui lasciare i figli più piccoli - ma la situazione, credetemi, rischia di andare davvero fuori controllo se non si assumono decisioni drastiche. Ad ulteriore chiarimento: lo stesso nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, che entrerà in vigore sabato 6 marzo, prevede la didattica a distanza in tutte le scuole di ogni ordine e grado di città inserite in zona rossa. E dunque tale scenario, purtroppo, si prefigurerà ancora a lungo».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Situazione drammatica, nella fascia d'età 0-18 anni il livello è da far venire i brividi»

AnconaToday è in caricamento