Covid-19, il Cuore dell’Arte per i comuni delle Marche: 32 artisti donano un’opera

Il presidente Anci Marche Maurizio Mangialardi: «La generosità degli artisti aiuterà tanti cittadini»

La locandina dell'iniziativa solidale

ANCONA – Anci Marche ha lanciato da qualche giorno la raccolta fondi “Nel cuore delle Marche” che potrà contare sul contributo del progetto “Il Cuore dell’Arte per i comuni delle Marche”, da un’idea di Casa Sponge di Pergola, a favore delle famiglie residenti nei Comuni delle Marche che si trovano in uno stato improvviso d’indigenza.

Cosa può fare l’arte? Può donarsi. Può essere solidale e stringersi intorno a questo principio per un welfare regionale diffuso. Sono 32 gli artisti, di origini marchigiane o legati al territorio per lavoro o per affetto, ad unirsi alla chiamata. Con grande generosità Gianluigi Antonelli, Marco Bacoli, Angelo Bellobono, Daniele Bordoni, Luca Caimmi, Alessandra Carosi, Mario Consiglio, Matteo Costanzo, Fabrizio Cotognini, Annaclara Di Biase, Rocco Dubbini, Eva Frapiccini, Giovanni Gaggia, Alessandro Giampaoli, Renzo Marasca, Maria Carla Mattii, Nevio Mengacci, Maurizio Mercuri, Aischa Gianna Müller, Andrea Nacciarriti, Marta Palmieri, Enrico Pierotti, Filippo Riniolo, Chris Rocchegiani, Michele Alberto Sereni, Ivana Spinelli, Mona Lisa Tina, Cosimo Veneziano, Ricardo Aleador Venturi, Roberto Coda Zabetta, Davide Mancini Zanchi, Claudio Zorzi hanno messo a disposizione una propria opera, chiedono a collezionisti, amici e amatori dell’arte, a tutte quelle persone che oggi si trovano in una posizione economica non svantaggiata, di abbracciare con slancio l’arte, nell’ottica di un dono reciproco e di uno scambio, cui oggi corrisponde la consapevolezza di avere concretamente aiutato i propri vicini.

Maurizio Mangialardi, Presidente di Anci Marche, plaude all’iniziativa. Rispetto alla quota parte già stanziata di 400 milioni dal Governo, alle Marche spettano 9,35 milioni per i buoni spesa che i comuni stanno distribuendo ai cittadini più fragili. L’iniziativa di Anci Marche che ha accolto con entusiasmo l’idea di Casa Sponge, punta sulla generosità dei cittadini amanti dell’arte e che possono dimostrare ancora una volta di avere un cuore grande». «Come Anci Marche siamo lieti di contribuire alla realizzazione di questa iniziativa – ha detto Mangialardi – e si tratta di un’ulteriore opportunità per raccogliere fondi abbellendo inoltre la propria casa un’opera d’arte. Tutto quello che verrà raccolto sarà ripartito ai comuni marchigiani in quota parte seguendo i criteri ministeriali»

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le opere, che dall’inizio della raccolta fondi saranno progressivamente visibili sul sito di Casa Sponge www.spongeartecontemporanea.net sono disponibili a partire da una base di prezzo simbolica di Euro 250,00, cifra minima richiesta per la donazione che, a discrezione dell’interessato, può essere incrementata. Per partecipare alla raccolta fondi è necessario inviare una mail all’indirizzo ilcuoredellarteperancimarche@gmail.com attenendosi alle specifiche indicate nel regolamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'addio a Fiorella Scarponi, al funerale anche il marito. Le figlie: «Sei il sole che splende al mattino»

  • Crisi respiratoria fatale, addio Alessia: muore a 22 anni dopo 8 giorni di agonia

  • Pauroso incidente tra 4 auto, 2 finiscono in un campo: ci sono dei feriti

  • Positivo al Coronavirus con tosse e febbre, fermato in stazione: è passato per Ancona

  • Scattano i controlli sulle spiagge, entra senza prenotazione e viene multato

  • Assunzioni al Comune di Ancona, 22 posti a concorso: domande dal 10 luglio

Torna su
AnconaToday è in caricamento