Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Le Patronesse sfilano in corteo: "Difendiamo il Salesi"

Le Patronesse vigileranno sul rispetto degli accordi presi tra Comune di ancona e Regione Marche. Mancinelli: "Nulla esclude che, verificate le condizioni, sarà utilizzata una parte dell'ospedale di Torrette"

Un lungo corteo si è snodato dal Passetto attraversano il Viale della Vittoria e Corso Garibaldi per terminare con un dibattito al Ridotto delle Muse alla presenza del sindaco Valeria Mancinelli. A marciare al grido di "Difendiamo il Salesi" tra palloncini e clown, sono le Patronesse che all'indomani dell'intesa tra Comune di Ancona e Regione Marche per la costruzione del nuovo Salesi vogliono continuare a sensibilizzare l'opinione pubblica per renderla partecipe di quanto sta avvenendo.

Tra i membri dell'associazione di volontariato, a sfilare ci sono anche esponenti politici del Nuovo Centro Destra e di Fratelli D'Italia - Alleanza Nazionale. Genitori con i loro figlioletti al seguito e gente comune, unita alle preoccupazioni esternate nelle scorse settimane dalle Patronesse. Il  timore è che la soluzione transitoria di spostare l'ospedaletto dei bambini in un reparto di Torrette diventi definitiva. Intanto la raccolta firme che le Patronesse hanno organizzato per i mesi di maggio e giugno  sta andando bene. Finora ne sono state raccolte quasi 5 mila, segno che il futuro dell'ospedale pediatrico sta a cuore a molti.

vlcsnap-2014-05-17-17h15m02s153-2Con il corteo le Patronesse hanno voluto dimostrare che saranno ben vigili affinché gli accordi presi tra Comune e Regione vengano rispettati. «La situazione resta la stessa, logicamente l'accordo verbale che è stato raggiunto ci da molta fiducia perché l'amministrazione comunale è riuscita ad avere dei risultati- afferma Milena Fiore, presidente Patronesse-. Siamo guardinghe. Dobbiamo vigilare che quello che è stato detto sia portato a compimento».

Il sindaco Valeria Mancinelli ha voluto fornire le sue personali assicurazioni in merito al rispetto dell’accordo. Il primo cittadino ha spiegato che l'intesa tra Comune e Regione prevede in primis che venga definito il quando, il come e con quali soldi si farà il nuovo Salesi. Definiti questi passaggi si dovrà gestire la fase transitoria. «Il documento di sintesi raggiunto con la Regione dice che si farà il nuovo Salesi, che la Regione si impegna a mettere la quota di co-finanziamento, che i lavori dovranno partire entro il 2015. Adesso dovremmo fare il crono programma con gli impegni precisi affinché i lavori partano nei tempi stabiliti- spiega la Mancinelli-. Poi bisogna anche gestire la fase transitoria e l'ipotesi di utilizzare una parte dell'ospedale di Torrette ci può anche stare una volta però, verificata la congruità dal punto di vista economico finanziario e funzionale. Non c'è un pregiudiziale no per l'utilizzo di una parte dell'ospedale di Torrette per il transitorio ma non c'è neanche un pregiudiziale si. La questione centrale non è la fase transitoria ma la costruzione del nuovo Salesi».

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Patronesse sfilano in corteo: "Difendiamo il Salesi"

AnconaToday è in caricamento