Fabriano: corteo lavoratori JP, strappate simboliche “carte di credito”

Al grido "vergogna" e con lo striscione con la scritta "noi l'economia reale, voi la speculazione finanziaria", più di cento lavoratori hanno sfilato in corteo e presidiato la sede della Banca Toscana

Lavoratori Fiom in corteo (immagine archivio)

Al grido "vergogna" e con lo striscione con la scritta "noi l'economia reale, voi la speculazione finanziaria", più di cento lavoratori della JP Industries (ex Ardo) hanno sfilato in corteo oggi a Fabriano e presidiato la sede della Banca Toscana (gruppo Mps) per protestare contro la sentenza del Tribunale di Ancona di annullare la vendita della Antonio Merloni al gruppo di Giovanni Porcarelli.

I manifestanti hanno simbolicamente strappato dei fogli, che rappresentavano carte di credito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, presentata la nuova Giunta Acquaroli: ecco tutti gli assessori con deleghe

  • Tragico investimento, travolta e uccisa da un'auto sotto gli occhi della nipotina

  • Focolaio dopo una festa, Pietralacroce col fiato sospeso: anche il parroco in quarantena

  • Concorso pilotato per favorire la fidanzata di un medico, primario nei guai

  • Covid al liceo, studentessa positiva al tampone: classe di 29 alunni in quarantena

  • Bambini positivi, classi intere in quarantena: il virus corre nelle scuole dei piccoli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento