rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Cronaca

Morti alla discoteca Lanterna Azzurra, banda dello spray condannata anche in Cassazione

Sentenza definitiva per i sei giovani della Bassa Modenese che, la notte tra il 7 e l’8 dicembre 2018, causarono la morte di cinque minorenni e una mamma di 39 anni a Corinaldo spruzzando peperoncino

ROMA - La Corte di Cassazione ha confermato la condanna in appello per la banda dello spray. Il giudizio è quindi definitivo per i sei giovani della Bassa Modenese. La lettura del dispositivo è stata fatta oggi, poco prima delle 18, dopo quattro ore di camera di consiglio. Respinti i ricorsi delle difese contro la sentenza della Corte di Assise di Appello di Ancona che lo scorso 17 marzo aveva aumentato le pene riconoscendo l'associazione a delinquere oltre agli omicidi preterintenzionali, lesioni personali, furti e rapine. Sono quindi definitive le condanne a 12 anni 6 mesi e 20 giorni per Ugo Di Puorto, a 12 anni 4 mesi e 20 giorni per Raffaele Morrone, a 11 anni e 10 mesi per Andrea Cavallari, a 11 anni e 6 mesi per Moez Akari, a 11 anni e 3 mesi per Haddada Souhaib, e a 10 anni e 9 mesi per Badr Amouiyah. In piedi c’è ora il processo sulle responsabilità amministrative e sulla sicurezza del locale, già iniziato al tribunale di Ancona il 18 novembre scorso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morti alla discoteca Lanterna Azzurra, banda dello spray condannata anche in Cassazione

AnconaToday è in caricamento