Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Insulti omofobi poi tira un pugno alla 16enne: preso il baby bullo

L'aggressione in corso Garibaldi in pieno pomeriggio. Ha solo 14 anni il ragazzino che ha preso a cazzotti la giovane vittima finita al pronto soccorso di Torrette. Sul posto le Volanti della polizia, i carabinieri e la Croce rossa

Un'aggressione omofoba in piena regola quella avvenuta ieri pomeriggio in corso Garibaldi sotto gli occhi attoniti dei tanti passanti che alle 17 affollavano il centro di Ancona. Un ragazzino di 14 anni (italiano di seconda generazione di origine africana) era in compagnia di alcuni suoi amici quando, con aria spavalda, si è avvicinato ad una coppia di 16enni che si stavano tenendo per mano. Prima si è rivolto a loro con frasi omofobe e poi ha sferrato un cazzotto ad una delle due mandandola in ospedale con il volto tumefatto. 

Immediatamente è scattato l'allarme in strada. Carabinieri e polizia, che si trovavano già sul posto per altri controlli, sono intervenuti fermando e identificando il 14enne. La vittima è stata soccorsa dall'ambulanza della Croce Rossa che prima l'ha trattata sul posto per poi trasportarla al pronto soccorso di Torrette. Avrebbe riportato un trauma facciale e un occhio nero. 

La denuncia nei confronti del baby aggressore potrà scattare solo se la vittima deciderà di sporgere denuncia mentre partirà d'ufficio se la prognosi supererà i venti giorni. Nel frattempo i carabinieri hanno ascoltato il ragazzino e nelle prossime ore saranno visionate le spycam che cercheranno di fare luce su quest'odiosa vicenda. Stando alle prime ricostruzioni il ragazzo avrebbe scelto di attaccare proprio quella giovane ragazza per via dei suoi capelli corti e colorati e perché indossava una borsa con i colori dell'arcobaleno (simbolo proprio della comunità Lgbt+).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti omofobi poi tira un pugno alla 16enne: preso il baby bullo

AnconaToday è in caricamento