menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Falconara, corsa contro il tempo per fermare l'antenna di via Puglie

Le commissioni Ambiente e Urbanistica danno mandato agli uffici per introdurre una distanza di rispetto delle aree sensibili. Si cerca di arrivare prima della conferenza dei servizi con Vodafone e Telecom prevista per il 15 settembre

Una modifica al regolamento urbanistico delle antenne di telefonia per impedire la loro realizzazione entro i 100 metri dalle aree sensibili. In fretta, però. Le commissioni Urbanistica e Ambiente hanno deciso ieri pomeriggio di avviare una marcia a tappe forzate per arrivare in tempo, entro il 15 settembre, all'approvazione del dispositivo in consiglio comunale. Perché entro il 15? Si tratta della data della prossima conferenza dei servizi con Vodafone e Telecom che vorrebbero installare un'antenna di telefonia mobile in un terreno privato di via Puglie. Si sarebbe dovuta fare a fine agosto. Ma, causa impegni istituzionali del sindaco Goffredo Brandoni, a colloquio con il presidente regionale Luca Ceriscioli per le politiche sociali, il tavolo è stato rinviato. "La questione è complessa – ha spiegato ieri il presidente del consiglio Marco Giacanella – tanto che abbiamo dato incarico a un esperto di diritto amministrativo per avere un parere legale. In Italia abbiamo esempi di Comuni che hanno vinto eventuali ricorsi al Tar e questo ci conforta".

Massima celerità. I consiglieri di maggioranza e opposizione hanno indicato le aree sensibili: parchi, parrocchie, impianti sportivi, scuole, luoghi di aggregazione in generale, aree verdi anche non attrezzate. Quest'ultimo punto è stato chiesto dal capogruppo Pd Franco Federici che avrebbe voluto inserire anche le zone densamente abitate. Istanza bocciata: visto che quasi tutta Falconara (salvo Castelferretti, Villanova e le campagne) è tutta densamente abitata, si teme possa essere impugnata e far crollare tutto il regolamento al termine di un eventuale ricorso al Tar.

La distanza da queste zone diventerà di 100 metri. Ad oggi è di 50. Queste modifiche metteranno la riparo via Puglie e, di conseguenza, anche via Volta/Galilei, seconda area appetibile per Vodafone/Telecom. La modifica arriverà in commisione martedì 8 settembre. Il consiglio comunale dovrebbe il venerdì successivo (11 settembre). Oltre la modifica serve però il parere legale. Perché, avverte l'assessore all'Ambiente Matteo Astolfi "dobbiamo fare un regolamento serio che eviti di soccombere in tribunale e di far pagare ai cittadini cause perse". Soddisfatta la presidente della Commissione Ambiente, Yasmin Al Diry. "Siamo riusciti – è il commento – a metterci d'accordo maggioranza e opposizione per remare dalla stessa parte e raggiungere un obiettivo comune: era quello che volevo fosse la Commissione Ambiente. Con questa modifica, per adesso, abbiamo tutelato i luoghi sensibili ma dobbiamo continuare a riunirci per redigere il nuovo Piano Antenne".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento