Cronaca

Vacanze in Croazia, il ministro: «Ripristinare collegamenti tra Ancona, Zara e Spalato»

Al centro degli incontri le misure epidemiologiche da attuare per poter far ripartire un settore, quello turistico, che rappresenza circa il 30% del Pil croato

Il confine con la Croazia

ANCONA - Primo giugno o, al più tardi, 15 giugno. Sono queste le date in cui la Croazia tenterà di far iniziare la stagione turistica 2020. Nel corso di questa settimana, scrive Lavoce.hr riportando il Jutarnji list, il Ministero del Turismo, con la collaborazione della Protezione civile nazionale, effettuerà diversi collegamenti in videoconferenza con ristoratori, albergatori e i rappresentanti delle associazioni degli affittacamere. Al centro degli incontri le misure epidemiologiche da attuare per poter far ripartire un settore, quello turistico, che rappresenza circa il 30% del Pil croato. 

Leggi la notizia completa su TriestePrima

Quanto alla riapertura dei confini, stando a quanto dichiarato dal Ministro del Turismo croato, Gari Cappelli, sono in corso delle trattative con la Slovenia e gli altri Paesi confinanti, Italia compresa. Nel corso della settimana, infatti, è previsto una riunione con Franceschini. Tra le proposte, anche quella di ripristinare i collegamenti via mare tra Ancona, Zara e Spalato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vacanze in Croazia, il ministro: «Ripristinare collegamenti tra Ancona, Zara e Spalato»

AnconaToday è in caricamento