Il rubinetto diventa flussimetro per respiratori, l'invenzione dei cardiologi in un tutorial

L'idea è del dottor Marco Marini e del team di Gian Piero Perna, primario di Torrette: su YouTube le istruzioni per fabbricare in casa lo strumento per la ventilazione assistita

I cardiologi alle prese con l'invenzione del rubinetto-flussimetro

Una start-up bresciana ha avuto la brillante idea di trasformare una maschera da sub in respiratore, ma all’ospedale di Torrette non sono da meno: i medici della Cardiologia del Lancisi hanno progettato il rubinetto-flussimetro.

Di cosa si tratta? Lo spiega l’inventore, il cardiologo Marco Marini. «Siamo in guerra, i presidi cominciano a scarseggiare, così abbiamo deciso di fare un esperimento: trasformare un semplice rubinetto in un flussimetro, utilizzato per regolare il flusso di aria e di ossigeno nella ventilazione dei pazienti Covid con problemi respiratori». Il team coordinato dal primario di Cardiologia, il dottor Gian Piero Perna, direttore del Dipartimento di Scienze vascolari, ha girato anche un tutorial su Youtube per spiegare come, partendo da un rubinetto, si può realizzare un flussimetro perfettamente funzionante, da utilizzare in combinazione a circuiti di C-Pap (la ventilazione meccanica a pressione positiva continua): sono sufficienti pochi ingranaggi, facilmente reperibili in qualunque negozio specializzato, poi basta seguire le istruzioni e il gioco è fatto.

«A Torrette, come in tutti gli ospedali, viviamo una situazione d’emergenza, ma speriamo di non dover mai arrivare a tanto - spiega il dottore Marini -. In ogni caso, ci facciamo trovare pronti ad ogni evenienza. Piuttosto, abbiamo realizzato il tutorial per quei colleghi che lavorano in strutture ospedaliere in grossa difficoltà, anche all’estero». Il prototipo di flussimetro artigianale è già divenuto realtà, grazie alla collaborazione dell’ingegner Alessio Nerla e alla stampa in 3D effettuata dalla ditta Prosilas di Civitanova. Un gioco di squadra e d’intuito per vincere la battaglia più importante: quella per la vita. 

CORONAVIRUS, ALTRI 28 MORTI NELLE MARCHE

CONTROLLI DELLA POLIZIA PROVINCIALE: «MA SERVONO MASCHERINE»

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

TAMPONI TARDIVI E POCHE PROTEZIONI: LA DENUNCIA DEI SINDACATI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Raffica di esplosioni, poi le fiamme altissime: maxi incendio nel porto di Ancona

  • Incendio al porto di Ancona, quella nube era tossica: ora c'è un'indagine della Procura

  • Incendio porto, in città non si respira: Comune chiude scuole e parchi

  • «Non c'erano sostanze tossiche», ma la Mancinelli non si fida e corre ai ripari

  • Notte d'inferno al porto, la lunga lotta contro l'incendio che ha devastato l'ex Tubimar

  • Si schianta con un'auto, camper si ribalta: un ferito è gravissimo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento