Nastri strappati e atti vandalici, caccia ai teppisti dei parchi: 4 persone allontanate

La Protezione Civile è impegnata nel controllo delle aree verdi per far rispettare il decreto anti-Covid e le ordinanze comunali: ripristinati i sigilli

Foto di repertorio

Erano andati sul posto per ripristinare la chiusura del cancello forzato e risistemare il nastro bianco e rosso ma all’interno del parco ci hanno trovato 4 persone intente a chiacchierare: sono state invitate subito ad andarsene.
Rispondono a numerose telefonate, anche a richieste di aiuto, come quella del pensionato novantenne che stamattina, dopo giorni e giorni di quarantena, voleva tagliarsi i capelli, oppure intervengono tempestivamente per far giungere a chi non può uscire di casa, beni indispensabili. E’ ciò che fa la Rete di Protezione Civile comunale, sul campo tutti i giorni nel territorio dorico.

Questa mattina è stata la volta dei parchi e aree verdi dove in più punti della città sono stati divelti i nastri che li delimitano. In alcuni casi, spiegano dalla Protezione civile comunale, si è trattato anche di veri e propri atti di vandalismo. Come quello avvenuto al parco del Gabbiano, al cancelletto di via Rubicone. Intervenuti sul posto, gli uomini della Protezione civile hanno trovato all'interno del parco 4 persone, invitate ad andarsene immediatamente. Anche in altre aree verdi, come in via Matelica, via Urbino, al Passetto per l’ennesima volta in zona Pineta, sono stati risistemati i nastri, segno che forse non tutti sono stati ligi nel rispetto dei divieti posti per arginare la diffusione del Covid 19.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Anche in questa settimana – spiega l'assessore alla Protezione Civile, Stefano Foresi - la Rete di Protezione civile comunale mette in campo mediamente 12 persone al giorno (tra volontari della protezione civile comunale, Vigilanza anticendi boschiva e Associazione nazionale Carabinieri) a cui si aggiungono dieci dipendenti, tra protezione civile e altri servizi comunali. Ringrazio tutti i volontari per l’impegno quotidiano». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali, il nuovo presidente della Regione è Francesco Acquaroli - LA DIRETTA

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • «Non faccio sesso da 2 anni», donna lo urla ed arrivano decine di persone

  • «Con quella mascherina nera non può votare»: avvocatessa respinta dal seggio

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Dagli show al semaforo, al grattino da 300mila euro: la sliding door di Tiziano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento