Cronaca

Cultura in crisi: anche Paolo Marasca firma il documento per salvare i lavoratori del settore

L'emergenza Coronavirus è anche una questione economica e lavorativa: per questo è stato redatto un documento sottoscritto da 12 assessori italiani alla cultura a sostegno della richiesta di provvedimenti a supporto dei lavoratori del mondo dello spettacolo e della cultura  

Dopo il segnale lanciato la scorsa settimana al Governo e alle Regioni, e sottoscritto da migliaia di esponenti del mondo culturale, a sostegno del settore in grave crisi per l’emergenza da Covid-19,  dodici assessori di altrettante importanti città italiane – e tra loro Paolo Marasca, assessore alla Cultura, Turismo e Politiche giovanili del Comune di Ancona -  hanno firmato un documento per rilanciare le richieste di provvedimenti a supporto dei lavoratori del mondo dello spettacolo e della cultura.  

«Il settore culturale ha un ruolo di fondamentale importanza per l’indotto che genera nelle nostre città – è stato messo in chiaro dagli assessori in rete -  e dà lavoro a moltissime persone. Data la delicatezza e l’importanza della questione, abbiamo rilanciato la richiesta di supporto anche ai ministri Franceschini e Catalfo».  Nel documento inviato ai ministri, i 12 assessori hanno espresso apprezzamento per i provvedimenti da entrambi individuati (Fondo Emergenze per lo Spettacolo e il Cinema e Fondo per il reddito di ultima istanza a favore dei lavoratori danneggiati dal virus Covid-19) e hanno poi chiesto che gli assessorati competenti le politiche culturali negli enti locali, e in particolare nei Comuni, vengano coinvolti in sede consultiva nel percorso attuativo dei provvedimenti stessi, in quanto interlocutori primi e privilegiati del settore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura in crisi: anche Paolo Marasca firma il documento per salvare i lavoratori del settore

AnconaToday è in caricamento