Morti nella casa di riposo Mordini, ispezione dell'Asur: «Misure anti-contagio rispettate»

La replica di Cooss Marche al sindaco di Castelfidardo che ha presentato un esposto in Procura: «L'ispezione ha confermato che abbiamo rispettato pienamente tutte le indicazioni»

Foto di repertorio

Dall’ispezione effettuata dall’Asur non sono emerse irregolarità e sono state rispettate «pienamente tutte le indicazioni date dalle autorità per limitare i contagi». E’ la replica della Cooss Marche alle affermazioni del sindaco di Castelfidardo, Roberto Ascani, che ha presentato un esposto alla Procura di Ancona dopo il decesso di 23 ospiti della casa di riposo Mordini, di cui 6 a seguito di infezione da Coronavirus. Il sindaco aveva parlato di ritardi nelle comunicazioni dei contagi, ma questa è la replica della Cooss Marche, che pubblichiamo integralmente. 

«In relazione alla vostra richiesta di nostra replica alle dichiarazioni rilasciate dal sindaco di Castelfidardo al vostro giornale on line, facciamo presente che le richieste di informazioni formulate dal Comune di Castelfidardo hanno sempre trovato da parte nostra risposte verbali e/o scritte. Il “Mordini” è una Residenza Protetta, dove è previsto personale composto di soli Infermieri Professionali e di Oss ma non anche di Medici, in quanto ogni ospite ha il proprio medico di medicina generale. Sono questi ultimi che, in caso di malore dei loro pazienti, vengono chiamati ad intervenire e sono sempre loro che dispongono la tipologia di cure necessarie. Nei casi di urgenza viene chiesto l’intervento del 118. Ciò nonostante la nostra Cooperativa a decorrere dal 22 marzo a tutt'oggi ha disposto la presenza di un medico per effettuare una migliore assistenza sanitaria. Medico non previsto contrattualmente e, pertanto, con oneri economici ad esclusivo carico della nostra Cooperativa. Anche prima dell’intervento governativo e regionale, la nostra Cooperativa ha provveduto a mettere in atto una serie di interventi a tutela sia degli ospiti che dei propri dipendenti, tanto che l'ispezione effettuata dall’Asur - Dipartimento Prevenzione e Protezione del 10-04-2020 ha confermato che abbiamo rispettato pienamente tutte le indicazioni date dalle autorità per limitare i contagi». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

ANZIANI MORTI AL MORDINI, ESPOSTO DEL SINDACO IN PROCURA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Raffica di esplosioni, poi le fiamme altissime: maxi incendio nel porto di Ancona

  • Incendio al porto di Ancona, quella nube era tossica: ora c'è un'indagine della Procura

  • Incendio porto, in città non si respira: Comune chiude scuole e parchi

  • «Non c'erano sostanze tossiche», ma la Mancinelli non si fida e corre ai ripari

  • Notte d'inferno al porto, la lunga lotta contro l'incendio che ha devastato l'ex Tubimar

  • Si schianta con un'auto, camper si ribalta: un ferito è gravissimo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento