Coronavirus, Coltorti (M5S): «Marche al collasso, ora anche i medici si ribellano alla Regione»

Così in una nota il Senatore Mauro Coltorti (M5S), Presidente Commissione Infrastrutture e Trasporti sull'emergenza coronavirus nelle Marche

Mauro Coltorti

«Il silenzio del Presidente Ceriscioli in merito alle tante difficoltà della Regione Marche sta diventando imbarazzante. Le Marche hanno subito un’impennata nei contagi, il personale sanitario continua a lavorare con protezioni scarse, e in molti casi, addirittura nulle! Il sindacato regionale dei medici Anaao Assomed denuncia una situazione drammatica con medici e paramedici contagiati e deceduti, senza che sia mai stato effettuato un tampone». Così in una nota il Senatore Mauro Coltorti (M5S), Presidente Commissione Infrastrutture e Trasporti.

«Inoltre, i medici ci segnalano che molti degli operatori che vengono contagiati dal COVID-19 si mettono in autoisolamento con il rischio di trasmettere il virus ai propri familiari che, a loro volta, lo trasmettono nel momento in cui escono di casa, magari per fare la spesa. Così come ci viene segnalato che molti operatori tornano al lavoro dopo l’autoisolamento senza che gli venga effettuato il tampone. Una catena senza fine e ancora non esiste un piano di azione comune sul territorio da parte della Giunta Regionale. La situazione nelle Marche sta esplodendo: i medici lavorano in condizioni drammatiche. Non si conosce l’andamento dei contagi tra i medici e personale sanitario e, soprattutto sottolineano i medici, non si capisce su quali dati la Regione abbia deciso per 100 posti letto in più in strutture COVID temporanee. A Pergola - ad esempio - esiste un ospedale da 120 posti letto, appena ristrutturato e antisismico con pista di eli-soccorso. Tuttavia la Giunta Ceriscioli preferisce fare scelte più costose e soprattutto non condivide i criteri con i quali fa queste scelte. I medici marchigiani hanno fatto sapere che, se non riceveranno risposte dalla Regione Marche a tutela della loro salute e dei cittadini, adiranno alle vie legali. Noi siamo dalla loro parte».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima il gelato al bar, poi la "società" per il gratta e vinci: due clienti vincono 10mila euro

  • Cadono calcinacci dalla galleria, torna regolare la viabilità sulla Statale 16

  • Dramma al cantiere, la gru si ribalta: muore operaio 59enne

  • Crolla una parte del controsoffitto dopo il temporale, la palestra chiude

  • «Vi faccio ammazzare dalla mafia», si presenta sotto casa di ex e figlia con la mazza

  • Variante sulla Statale 16, il Comune non molla e rilancia: 2 autovelox

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento