Covid-19, Loreto primo Comune a ridurre la Tari: il plauso di Confartigianato

Confartigianato Imprese Ancona - Pesaro e Urbino plaude la scelta del Comune

Marco Pierpaoli e Luca Casagrande

LORETO - Ascolto, confronto, collaborazione, sostegno. Sono i quattro punti cardinali che hanno orientato il Comune di Loreto, tra i primi in Italia, a stanziare un importante contributo economico per ridurre la Tari alle imprese chiuse da DPCM in seguito all’emergenza sanitaria da Covid-19.

Confartigianato Imprese Ancona - Pesaro e Urbino plaude la scelta: «E’ apprezzabile che un’amministrazione ascolti la voce degli imprenditori e si faccia carico di agevolare le attività nella lotta complicata verso la ripartenza - sottolineano il Presidente Graziano Sabbatini e il Segretario Generale Marco Pierpaoli - è un segnale di speranza: se anche a livello locale si tende la mano all’economia del territorio, significa non solo alleggerire le aziende e chi le gestisce, ma anche tutta la forza lavoro dell’indotto». Un risultato che parte da lontano, «da un lavoro di dialogo che Confartigianato ha avviato con le amministrazioni dei territori - spiega il Segretario Pierpaoli - per richiedere una serie di contributi destinati alle imprese che hanno subito il lock-down, in particolare una riduzione della Tari di pari importo ai mesi di chiusura obbligatori. Un lavoro che sta finalmente iniziando a dare i loro frutti». 

Loreto è così il primo comune di zona a stanziare la riduzione della Tari, tra i primi in Italia. Un gesto che assume un valore ancor più grande se si considera che l’indotto economico della Città Mariana è in gran parte dettato dal turismo religioso, un sistema pesantemente entrato in crisi con l’annullamento dei bus e dei treni di pellegrini. «Questo rende ancora più apprezzabile lo sforzo dell’assessore alle attività produttive di Loreto, Fausto Pirchio, e di tutta la Giunta - rimarca Pierpaoli - per sostenere le aziende più colpite da questa emergenza sanitaria».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento