menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fondazione Recanatesi (foto dal sito ufficiale)

Fondazione Recanatesi (foto dal sito ufficiale)

Focolaio nella casa di riposo Recanatesi, sono 80 i positivi tra operatori ed ospiti

Analizzando gli ultimi numeri è emerso come siano circa 80, tra operatori ed ospiti, i positivi all'interno della struttura. Ecco la situazione

OSIMO - Preoccupa sempre di più la situazione nella casa di riposo della Fondazione Recanatesi di San Sabino. Analizzando gli ultimi numeri è emerso come siano circa 80, tra operatori ed ospiti, i positivi all'interno della struttura.

Le sigle sindacali di Cgil, Cisl e Uil Osimo hanno diffuso una nota stampa, commentando l'evoluzione del focolaio: «L’impegno dell’ Asur appare indispensabile, così come quello della sanità militare, per intervenire su di una situazione inedita per la Fondazione Recanatesi e che non può fronteggiarla con le sue sole forze. Ad oggi infatti restano solo 3 infermieri a gestire i malati in isolamento. Questo è il tema centrale, infatti la struttura è di tipo socio sanitario e già per la sua normale organizzazione, ma tanto più nell’attuale  emergenza sanitaria,  non possiede in organico  le professionalità sanitarie necessarie a gestire una situazione del genere. Certamente le fondazione Recanatesi dovrà garantire, nella trasformazione del modello organizzativo conseguente a questa emergenza, tutti gli standard di sicurezza per chi andrà ad operare al suo interno».

Sulla vicenda è intervenuta anche la Regione Marche: «In relazione all’allarme scattato presso la casa di riposo “Fondazione Recanatesi” di Osimo dove sono stati registrati numerosi casi di contagio da Covid19, nella giornata di lunedì 25 gennaio il Presidente del Consiglio regionale, Dino Latini, si è subito fatto carico del problema, interessando tutti i servizi della Regione Marche e in particolare quelli della sanità e la Protezione civile». «La catena degli aiuti  - sottolinea lo stesso Presidente - si è messa subito in moto sia per quanto riguarda la casa di riposo di Osimo, sia per tante altre che sul territorio regionale hanno gli stessi problemi. Ho interessato personalmente l’assessore Saltamartini, che nella giornata odierna ha fatto disporre degli interventi di unità specialistiche per sopperire alla carenza di personale sanitario. Da questa notte sarà garantita una maggiore presenza».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento