menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Focolaio nella casa di riposo, contagiato l’80% degli ospiti: positivo anche un operatore

L'allarme è scattato nella giornata di ieri. Oltre agli ospiti solo un operatore è risultato positivo

Focolaio di Coronavirus nella casa di riposo di Morro d’Alba, contagiato l’80% degli ospiti. A darne notizia è il Comune tramite una nota pubblicata sul proprio profilo Facebook. «Purtroppo dobbiamo comunicare che presso la nostra casa di riposo è stato riscontrato un focolaio di covid che attualmente interessa l’80% degli ospiti. Al momento sono quasi tutti asintomatici, solo alcuni paucisintomatici (con sintomi lievi, ndr). Le famiglie degli ospiti sono state informate della situazione». L'episodio è avvenuto a pochi giorni dal focolaio presso il "Gerundini" di Falconara.

L'allarme

L’allarme è scattato ieri. «Si è provveduto immediatamente a sottoporre a tampone tutti gli ospiti, gli operatori e altre pochissime persone che avevano avuto contatti con la struttura. Oltre agli ospiti solo un operatore è risultato positivo. Il focolaio è pertanto stato tracciato e circoscritto. La situazione è costantemente seguita dalle autorità sanitarie e le famiglie degli ospiti vengono continuamente aggiornate. Anche se il focolaio presso la struttura è stato circoscritto ricordiamo che il virus è già circolante da giorni sul nostro territorio come reso noto nelle precedenti comunicazioni – prosegue la nota- è dunque assolutamente fondamentale che tutti rispettino le regole per evitare il contagio, per proteggere noi stessi e le persone più fragili della nostra comunità. La situazione è difficile ma ci auguriamo di poterla affrontare insieme con coraggio e speranza». 

L'appello 

La nota si conclude con un appello: «Ricordiamo di usare sempre la mascherina, lavare spesso le mani ma soprattutto di evitare assembramenti o riunioni che possono favorire la diffusione del coronavirus. Rammentiamo di confrontarsi con il medico nel caso si abbiano dei dubbi circa le proprie condizioni di salute e l’avvio nei prossimi giorni di uno screening di massa a cui è possibile sottoporsi gratuitamente su prenotazione».

(foto di repertorio)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento