Costa Magica in arrivo, spedizionieri doganali in allarme: «Vogliamo rassicurazioni»

Lettera del Consiglio territoriale alle autorità preposte: «Si garantisca l'accesso al Punto di ispezione frontaliero e all'area scanner per non rallentare i traffici»

Foto di repertorio

L’atteso arrivo della Costa Magica, la nave con a bordo 130 componenti dell’equipaggio infettati dal Covid, ha suscitato apprensione in porto. Gli spedizionieri doganali, con il presidente del Consiglio territoriale Mario Pierangeli, hanno inviato una lettera con richieste di chiarimenti all’Autorità portuale, alla Capitaneria di porto, alla Guardia di Finanza, all’Ufficio delle Dogane e all’Ufficio di Sanità Marittima esigendo «rassicurazioni circa il fatto che l’approdo non interferisca con la consueta attività portuale, indispensabile per garantire i traffici che ancora residuano in questa difficile fase». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella missiva si fa presente che «nell’area prospiciente al previsto ormeggio della nave è attualmente operativo il Pif (Punto di ispezione frontaliero) all’interno della struttura del Garbage Group, dove vengono giornalmente effettuati controlli veterinari su prodotti di origine animale (pesci, molluschi, crostacei freschi o congelati) provenienti da Paesi terzi e destinati alla grande e piccola distribuzione. Vengono movimentati pertanto in tale area circa 30-50 container/camion a settimana. In particolare, si chiede che venga comunque garantito l’accesso dei mezzi destinati ai controlli Pif, l’accesso all’area scanner, l’accesso agli spazi dei terminal container per eventuali visite doganali, controlli sanitari e quant’altro indispensabile per fornire un celere servizio di sdoganamento. Non ci soffermiamo a richiedere le dovute cautele relativamente alle misure di sicurezza sanitaria che riteniamo siano state attentamente valutate».

In arrivo la nave con 130 Covid, il sindaco: «Ecco perché hanno scelto Ancona»

Eliantonio (Fratelli d'Italia): «Subito un Consiglio comunale» 

Crociera con i Covid, scatta la task force 

Italia Nostra: «Perché proprio Ancona? Sulla rotta anche Palermo o Bari»

Costa Crociere: «Sbarcherà solo chi potrà tornare a casa»

La nave partita dalla Spagna, a bordo un centinaio di casi 

Nessuno la voleva, attraccherà ad Ancona la crociera con i Covid

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Addio all'architetto D'Alessio, ex assessore: era presidente del Parco del Conero

  • Covid-19, nelle Marche impennata di ricoveri e pazienti in terapia intensiva

  • Droga in casa, bimbo ingerisce cocaina e va in ospedale: genitori e nonni in arresto

  • La mascherina è un optional, blitz dei carabinieri tra la movida: raffica di multe

  • Sconfitta dal Marina alla prima di campionato, l'Anconitana è già una delusione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento