Festa in spiaggia, ammassati alla consolle e senza mascherina: lo chalet deve chiudere

I carabinieri di Collemarino hanno chiuso uno stabilimento balneare dopo una festa in spiaggia in cui, almeno 100 persone, ballavano ammassate sulla pista e intorno alla consolle, contro ogni divieto anti Covid

Il blitz dei carabinieri a Collemarino

Tutti a ballare in spiaggia, ammassato in più di 100, tutti accalcati intorno alla consolle del dj come se nulla fosse perché, non ci sarebbe niente di male in tutto questo se non ci fosse in atto la pandemia globale di Coronavirus che, sole nelle Marche, ha colpito più di 7mila persone. Invece l’altra sera, in uno chalet balneare di Palombina nuova di Ancona, hanno fatto come volevano, non solo contro ogni regola di buon senso, ma anche in sfregio alle leggi.

Così venerdì notte, sono arrivati i carabinieri di Collemarino che, guidati da comandante Giuseppe Colasanto, hanno fermato tutto e messo i sigilli al noto locale. I militati hanno potuto constatare come fossero tutti senza mascherina. Dunque stop per 3 giorni per i locale e multa di 400 euro. Ora sarà il Prefetto a decidere se la chiusura debba essere prorogato per 30 giorni totali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento