Senza patente dal 2006: denunciato per aver violato le norme anti Covid-19 uomo di 40 anni

Quando i Carabinieri lo hanno fermato non ha saputo dare una giustificazione sullo spostamento. Inoltre era senza patente da 14 anni

Guidava senza patente dal lontano 2006 e non aveva nessuna giustificazione per trovarsi in giro. Nei guai un quarantenne italiano. E' successo venerdì 3 aprile quando, durante l’attività di pattugliamento anti-covid dei Carabinieri della Compagnia di Osimo, sono state controllate 197 persone e 288 esercizi commerciali, una persona denunciata e 3 sanzionate amministrativamente. Trai vari alt anche un uomo, italiano di 40 anni, che sulla strada statale 16 ad Osimo stazione, è stato fermato a bordo della sua auto dai militari dell’aliquota radiomobile. Era alla guida di una Lancia Ypsilon ed è risultato non autorizzato a spostarsi in quella circostanza. 


Dall’accertamento eseguito sui documenti di guida e circolazione emergevano irregolarità sulla legittimità degli stessi: difatti, gli era stata revocata la patente nel 2006, ed utilizzava per la guida un permesso provvisorio rilasciato, a seguito di falsa dichiarazione, dalla Polizia locale di Falconara Marittima, nel mese di marzo. Così gli è stata revocata la patente ed è stato denunciato per falsa attestazione a pubblico ufficiale e sanzionato amministrativamente per la violazione delle norme di contenimento dell’epidemia in atto. La documentazione gli è stata ritirata e sottoposta a sequestro. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Le bottiglie si riciclano al supermarket: previsti sconti sulla spesa

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

Torna su
AnconaToday è in caricamento