rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Cronaca

Lanterna Azzurra, 10 anni e 5 mesi di condanna per l’ottavo della banda dello spray

La sentenza per Riccardo Marchi è arrivata oggi, in abbreviato. La difesa: “Non è responsabile, faremo appello”

ANCONA - Condannato a 10 anni e 5 mesi l’ottavo membro della banda dello spray, Riccardo Marchi, 24 anni, bolognese. Avrebbe agito alla Lanterna Azzurra di Corinaldo, la notte tra il 7 e l’8 dicembre del 2018, insieme agli altri sette, tutti della Bassa Modenese (sei sono stati condannati in via definitiva dalla Cassazione, un settimo è morto prima di finire a processo). In discoteca fu spruzzata una sostanza urticante per rubare collanine e questo provocò una fuga di massa costata la vita a cinque minorenni e una mamma di 39 anni. La sentenza è arrivata questa mattina, al tribunale di Ancona. È stata emessa dalla gup Francesca De Palma. La procura, con i pubblici ministeri Valentina Bavai e Paolo Gubinelli, aveva chiesto una condanna a 12 anni. L’imputato, assente in aula, procedeva con il rito abbreviato come chiesto dalla sua difesa, l’avvocato Cristiano Prestinenzi. A Marchi sono contestate le stesse accuse degli altri membri della banda del peperoncino ad esclusione dell’associazione a delinquere: omicidio preterintenzionale plurimo, furto, rapina e lesioni. “È una pena inferiore rispetto alle condanne definitive che ci sono già (gli altri della banda, ndr) - commenta l’avvocato Prestinenzi - non ne siamo contenti perché la nostra impostazione è della non responsabilità del Marchi. Aspettiamo le motivazioni per fare appello”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lanterna Azzurra, 10 anni e 5 mesi di condanna per l’ottavo della banda dello spray

AnconaToday è in caricamento