Coppia trova un pacco incartato con un giornale arabo, chiama i Carabinieri

Immediato l'intervento dei Carabinieri di Ancona, intervenuti con il Nucleo Artificieri Antisabotaggio, che hanno prima trasportato il pacco sospetto nella caserma del comando provinciale per poi analizzarlo con le dovute apparecchiature di sicurezza

Nucleo Artificieri Antisabotaggio

Coppia entra in auto, trova un pacco incartato con un giornale in lingua araba e chiama i Carabinieri. Alta tensione questa mattina in pieno centro città quando i militari hanno ricevono la telefonata di due anconetani che, per caso, hanno trovato sotto il sedile dell’auto un pacco postale con lo scotch marrone e un incartamento con scritte in lingua araba. L’immagine era quella di un pacco bomba e la scritta in lingua araba ha mandato nel panico i due, che hanno composto il 112. E’ così scattato l’allarme per le Forze dell’Ordine.

Immediato l’intervento dei Carabinieri di Ancona, intervenuti con il Nucleo Artificieri Antisabotaggio che hanno prima trasportato il pacco sospetto nella caserma del Comando provinciale per poi analizzarlo. I tecnici dell’Arma hanno ispezionato il tutto, prima studiandone la consistenza con delle radiografie a distanza. Una volta scongiurato che si trattasse di un ordigno esplosivo, attraverso ulteriori sistemi di protezione per evitare il contatto con eventuali agenti chimici, veniva aperto. 

Lì la scoperta che ha lasciato tutti sgomenti: uno scarabeo africano incastonato di perle, un souvenir, di quelli più comuni che si possono comprare in qualsiasi viaggio esotico. Come nel viaggio da cui erano appena tornati i due anconetani che poi, durante un trasloco, avevano lasciato lì quel ricordo, dimenticandosene completamente. I due hanno riconosciuto il souvenir come un oggetto comprato da loro e l'allarme è stato scongiurato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento