menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arrestati sul treno Foligno-Ancona: uno aveva nello stomaco 200g di eroina

Il Giudice per le Indagini Preliminari di Perugia ha convalidato gli arresti effettuati lunedì 15 dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Jesi

Il Giudice per le Indagini Preliminari di Perugia ha convalidato gli arresti effettuati lunedì 15 dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Jesi sul treno Foligno-Ancona, ora in regime di custodia cautelare nel carcere di Montacuto.

Le indagini hanno anche permesso di stabilire la reale identità degli arrestati, tutti clandestini sul territorio nazionale. Si tratta di S.M., 42enne di origini siriane, C.B., 18enne tunisino, e N.F., 30enne proveniente dalla Libia. Tutti e tre avevano fornito generalità false al momento dell’arresto, mentendo sia sulla provenienza nazionale che sulla loro età anagrafica, ma le impronte hanno permesso ai Carabinieri di risalire alla loro reale identità. Nello stomaco del siriano erano stati poi trovati tre involucri contenenti 200 grammi di eroina purissima.  

Le indagini, condotte da mesi dagli uomini del Maresciallo Fabio Del Beato, hanno permesso di appurare un giro di spaccio di ingente quantità in tutta la provincia di Ancona. I tre sono stati per mesi domiciliati a Jesi prima di spostarsi ad Ancona.
Lunedì i tre erano di ritorno da Napoli, dove si erano recati per rifornirsi di droga da rivendere sulla "piazza" locale.

Le indagini proseguono nel tentativo di smantellare la fitta rete di spaccio venuta alla luce, e che preoccupa ancor di più in considerazione del tipo di sostanza rivenduta, ovvero eroina tagliata ripetutamente per trarre il maggior profitto possibile, ma molto pericolosa per chi ne fa uso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento