Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

Le volanti al setaccio dei principali parchi della città, con loro il labrador Wall-E

Gli agenti delle volanti anconetane sono quasi tutti i giorni sul campo per controllare il territorio e prevenire atti di microcriminalità. Oggi con loro c'era un'arma in più: il nuovo labrador bianco dell'unità cinofila

Si chiama Wall-E ed è il nuovo cane antidroga labrador bianco unico in Italia ed è a disposizione dell’unità cinofila della Polizia anconetana. Si perché proprio nella mattinata di sabato, gli agenti delle volanti e i poliziotti di quartiere hanno effettuato un pattugliamento serrato di tutte le aree critiche della città. Ma la novità è che oggi, insieme agli agenti c’era anche il nuovo amico a dare una mano, anzi quattro zampe in più. Un aiuto importante per assicurarsi che nei paraggi non ci fossero attività illegali come lo spaccio di stupefacenti. 

I poliziotti, diretti dal vice questore aggiunto Cinzia Nicolini e dall’ispettore Franco Pechini, hanno prima passato al setaccio il parco Pacifico Ricci del quartiere Archi dove Wall-E è stato fondamentale per scoprire decine e decine di siringhe abbandonate nel verde del parco. Un campanello d’allarme per la collettività, nonostante non siano state scoperte attività sospette. Dopo gli agenti si sono spostati al Passetto dove il labrador non ha scoperto nessun elemento particolare, ma gli agenti a piedi hanno notato che era stato sfondata la vetrata dell’ex locale L’ascensore. Dentro il locale ormai in stato di abbandono non c’erano tracce della presenza di qualcuno. Fatto sta che i poliziotti hanno subito segnalato la cosa alla competente polizia Municipale. Infine si è passati all’ultimo parco, cioè quello del gabbiano di Torrette. Gli agenti hanno potuto constatare che la situazione era molto tranquilla e anche per Wall-E non c’è stato molto lavoro. Resta il fatto che non c’erano solo le due pattuglie che accompagnavano i due agenti dell’unità cinofila. Contemporaneamente altre unità operative hanno controllato un 53enne tunisino in via Pesaro in evidente stato di ebrezza, poi denunciato per porto ingiustificato di armi visto che è stato anche trovato con un coltello a serramanico senza una giustificazione. 

Insomma una costante presenza sul territorio delle volanti anconetane che, con i loro uomini, riescono a coprire le zone delle città più a rischio microcriminalità. “Sia chiaro che è un’attività ordinaria e non straordinaria perché sono più di uno i giorni in cui ogni settimana pattugliamo questi punti della città” ha detto l’ispettore Franco Pechini

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le volanti al setaccio dei principali parchi della città, con loro il labrador Wall-E

AnconaToday è in caricamento