Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Senigallia, weekend di controlli: schiamazzi, tentati furti e truffe agli anziani

I Carabinieri della Compagnia di Senigallia hanno sottoposto a controllo oltre 50 obiettivi sensibili, tra cui la temporanea residenza senigalliese del Procuratore Capo della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria

Fine settimana di controlli per i Carabinieri della Compagnia di Senigallia, che dalle 20 di sabato alle 4 di domenica hanno sottoposto a controllo oltre 50 obiettivi sensibili, tra cui la temporanea residenza senigalliese del Procuratore Capo della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria, Federico Cafiero de Raho, e provveduto all’identificazione ed al controllo di polizia di 60 persone e circa 30 autoveicoli. Inoltre, hanno effettuato controlli nei confronti di 10 persone sottoposte agli arresti domiciliari ed hanno controllato 10 esercizi pubblici e di pubblico intrattenimento.

Numerose le chiamate giunte al numero di pronto intervento 112: segnalati schiamazzi, disturbo della quiete, litigi tra ubriachi e molestie da parte di persone visibilmente alterate. Secondo i militari è fondamentale, a tal riguardo, l’attività responsabile e preventiva di gestori di bar, night, discoteche, locali di pubblico intrattenimento e del personale addetto alla somministrazione delle bevande.

Carabinieri in azione anche sul fronte dei furti in abitazione. Numerose le segnalazioni di tentativi di intromissioni in abitazioni, soprattutto nelle aree rurali della giurisdizione, anche nelle frazioni di Senigallia. Complici involontari dei ladri l’assenza di idonei sistemi di vigilanza ed antifurto, la non adeguata chiusura di porte e finestre e la perdurante abitudine di custodire in casa preziosi e danaro contante non sempre adeguatamente protetti.

Aumentate, inoltre, le segnalazioni di anziani truffati e derubati. I Carabinieri rinnovano l’invito “ad evitare che gli anziani restino in casa da soli o vadano in giro da soli. Laddove ciò fosse impossibile o inevitabile, si faccia in modo che in casa non vengano lasciati preziosi e danaro contante e che indosso non abbiano monili e preziosi di valore. A tal proposito, è fondamentale l’azione di prevenzione di figli, nipoti e persone addette alla loro compagnia”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senigallia, weekend di controlli: schiamazzi, tentati furti e truffe agli anziani

AnconaToday è in caricamento