Senigallia: i carabinieri mettono sotto controllo la movida

I Carabinieri della Compagnia di Senigallia, con l'impiego di militari e mezzi in servizio presso le otto Stazioni dipendenti, hanno dato luogo ad un controllo straordinario dell'intera giurisdizione

I Carabinieri della Compagnia di Senigallia, con l’impiego di militari e mezzi in servizio presso le otto Stazioni dipendenti, hanno dato luogo ad un controllo straordinario dell’intera giurisdizione nella notte tra sabato e domenica.

I militari impiegati hanno proceduto al controllo di 80 obiettivi sensibili e al controllo di 100 persone, fra cui 8 cittadini stranieri. Di esse 13 sono risultate di interesse operativo attraverso la consultazione della banca dati in uso alle Forze di Polizia. Tredici anche gli esercizi commerciali sottoposti a controllo, e quattro le contravvenzioni elevate per la violazione del Codice della Strada.

Nel corso di questa attività straordinaria sono stati controllati i soggetti sottoposti al regime degli arresti domiciliari, ed è stato monitorato il flusso di mezzi e persone lungo le principali arterie stradali della giurisdizione e in generale il flusso generato dalla movida del fine settimana.
Infatti, proprio in tali circostanze, come i militari hanno appurato nel corso del tempo, “aumenta la circolazione di pregiudicati, provenienti per lo più da altri territori, aumenta l’attività di spaccio e consumo di stupefacenti ed aumenta il rischio di incidenti stradali dovuti all’assunzione di alcolici”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

Torna su
AnconaToday è in caricamento