Falconara, bagnanti indisciplinati: controlli della polizia locale e volontari

Rilevate alcune criticità lungo le spiagge libere, dove da lunedì 20 luglio i controlli saranno quotidiani

Polizia locale in spiaggia a falconara

Ombrelloni e sdraio troppo vicini alla battigia rischiano di ostacolare il passaggio dei mezzi di soccorso lungo i tratti di spiaggia libera. E’ una criticità frequente evidenziata dai ‘tutor’, i volontari della Società nazionale Salvamento entrati in servizio il 20 giugno per vigilare sul rispetto della normativa anti-contagio nelle spiagge libere di Palombina Vecchia, Falconara centro e Rocca Mare. Nei tre weekend che hanno visto impegnati i volontari è emersa più volte la presenza di attrezzature da spiaggia nella fascia di rispetto di cinque metri dalla battigia, un tratto che in base a un’ordinanza della Capitaneria di porto deve restare libera per consentire il passaggio di bagnanti e soprattutto di mezzi di soccorso. I tutor, riconoscibili dalla divisa e da un tesserino rilasciato dal Comune, hanno invitato i trasgressori a liberare l’area interdetta, ma in un caso è stato necessario l’intervento della polizia locale. Si sono invece risolti con un richiamo e l’invito a rispettare le regole i casi legati direttamente alla normativa contro il diffondersi del contagio. «La presenza dei volontari è stata decisa per affiancare la polizia locale nella vigilanza sul rispetto delle norme anti-Covid – spiega l’assessore Clemente Rossi, che ha seguito l’organizzazione della spiaggia per l’estate 2020 –. La decisione che abbiamo preso è quella di fare leva sul senso civico dei bagnanti. Siamo mediamente soddisfatti, anche se sono state rilevate criticità, come quelle della fascia di rispetto a ridosso della battigia, che hanno richiesto un intervento più deciso. Il Comune conta anche sugli operatori balneari, che hanno la responsabilità di far rispettare le regole nelle aree di loro competenza. Rivolgo un’esortazione a tutti i frequentatori della spiaggia affinché osservino le prescrizioni, per rendere l’estate più sicura e serena».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per garantire il rispetto delle regole contro la diffusione del virus la spiaggia di Falconara è presidiata da un doppio controllo, che va a integrare quello svolto dalla Capitaneria di porto. Nelle aree attrezzate le pattuglie a piedi della polizia locale hanno programmato sopralluoghi nei momenti di maggiore affluenza, con una sorveglianza che riguarda i sottopassi e l’arenile, cui si aggiungono gli interventi disposti sulla base delle segnalazioni. Gli agenti di polizia locale, in queste prime settimane, hanno svolto prevalentemente un’attività di sensibilizzazione verso gli operatori e i bagnanti. Nei tratti di spiaggia libera, come già visto, sono presenti i volontari della Società nazionale Salvamento: sono in servizio nel weekend dal 20 giugno e dal 20 luglio saranno presenti tutti i giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Raffica di esplosioni, poi le fiamme altissime: maxi incendio nel porto di Ancona

  • Incendio al porto di Ancona, quella nube era tossica: ora c'è un'indagine della Procura

  • Incendio porto, in città non si respira: Comune chiude scuole e parchi

  • «Non c'erano sostanze tossiche», ma la Mancinelli non si fida e corre ai ripari

  • Notte d'inferno al porto, la lunga lotta contro l'incendio che ha devastato l'ex Tubimar

  • La sindaca riapre le scuole, ma il Savoia-Benincasa non ci sta: «Noi restiamo chiusi»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento