Cronaca

Spiagge al setaccio, nel mirino chalet e ristoranti abusivi: sanzioni per 250mila euro

Vasta operazione dei finanzieri del Roan su tutto il litorale marchigiano per verificare il rispetto delle normative sulle concessioni demaniali marittime

I controlli del Roan in uno chalet

Oltre 250mila euro di sanzioni per 51 violazioni in materia di concessioni demaniali: è il bilancio di un’attività condotta dai finanzieri del Roan (Reparto operativo aeronavale marchigiano), attraverso i dipendenti della Stazione navale di Ancona e della Sezione operativa navale di San Benedetto del Tronto.

L’operazione di polizia economico-finanziaria, incentrata sul rispetto della normativa nazionale e comunitaria nel settore delle concessioni demaniali, ha riguardato tutto il litorale della regione per verificare la regolare corrispondenza tra le concessioni demaniali marittime rilasciate dagli enti locali ai vari imprenditori, le aree effettivamente occupate e le opere realizzate, ma anche ad accertare eventuali evasioni tributarie sui canoni di concessione. Nel mirino, stabilimenti balneari, ristoranti e strutture turistiche.

In tutto, 39 concessionari sono stati passati al setaccio e 51 sono state le violazioni accertate per un corrispettivo di 250mila euro di sanzioni, tra cui: 115.533 euro per evasione dei canoni demaniali, 14.054 euro per evasione dell’imposta regionale, 18.310 euro per inosservanza delle norme relative all’affidamento dei beni demaniali in concessione e 102.557 euro per evasione di Icu, Imu, Tarsu e Tari negli anni 2014-2018. Ad un imprenditore, inoltre, è stata ritirata la concessione perché ha reiteratamente omesso di pagare il canone di concessione e per aver omesso di comunicare l’affidamento ad altri soggetti della propria attività. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spiagge al setaccio, nel mirino chalet e ristoranti abusivi: sanzioni per 250mila euro

AnconaToday è in caricamento