rotate-mobile
Cronaca

Un altro venerdì nero per gli automobilisti: pioggia di infrazioni nell’anconetano

Oltre 25 sanzioni su una forbice di 300 veicoli verificati. Controlli anche negli esercizi commerciali del capoluogo

ANCONA- Ennesimo venerdì nero quello del 26 agosto per gli utenti della strada trovati non in regola con le norme della circolazione, così come è stato scoperto anche un lavoratore in nero in un bar cittadino. All’esercizio sono anche state elevate numerose sanzioni per altre infrazioni. In tutto 10 agenti, coordinati da 4 ufficiali, in servizio ieri nelle attività della Polizia Locale di Ancona e che, come di consueto, si sono suddivisi in controlli degli esercizi commerciali e verifiche su strada sullo stato dei veicoli in circolazione.

Innanzitutto, l’attenzione per gli esercizi commerciali. Le verifiche hanno individuato un bar nei pressi della Flaminia, che non aveva né i prezzi né gli orari esposti. Inoltre è stata trovata una dipendente in attività non regolarizzata dal punto di vista contrattuale, assente anche la valutazione di impatto acustico e in corso di accertamento la regolarità dell’istallazione della cucina. In attesa delle ulteriori verifiche dell’Ispettorato del lavoro, gli agenti della Comandante Liliana Rovaldi hanno stilato un lungo verbale con una sanzione di 1700 euro. Gli altri esercizi commerciali visitati, anche laboratori artigianali, sono stati trovati in regola.

Altra musica, invece, per gli accertamenti su strada. Circa 300 veicoli controllati, per oltre 25 sanzioni, con 2 posti di controllo, uno in corso Carlo Alberto e l’altro in via Flaminia, in piazzale Tremori, che hanno dato luogo a due sanzioni all’ art 172 (mancanza cintura di sicurezza e una mancanza di seggiolino per bambino); oltre 10 automobilisti sono stati trovati come sempre con i fari non in regola; uno alla richiesta degli agenti è risultato privo di patente e un altro senza carta di circolazione. Addirittura 7 veicoli sono stati trovati in violazione dell’ articolo 80 del Codice della Strada che dispone revisioni periodiche per i mezzi; altri due hanno violato l’articolo 193, ovvero trovati con assicurazione scaduta.

E’ invece andato a casa con 543 euro di sanzione e sospensione della patente da 3 a 6 mesi un automobilista trovato con 0,74 g/l di tasso alcolemico. Ma forse si consolerà per essere stato il primo ad essere stato oggetto del racconto che gli agenti hanno rilasciato a Luca Pagliari, il giornalista senigalliese che per conto del Comando della Polizia Locale dorica sta girando un documentario sulla prevenzione degli incidenti stradali dovuti ad alcol o droga, nell’ambito del progetto “No alcol, no drugs, no crash” che coinvolge tre Comuni della provincia di Ancona (Ancona, Senigallia e Falconara Marittima) ed è finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri con 435 mila euro. In un altro caso, un conducente con patente cubana, non convertibile in quella italiana e comunque senza scadenza, circolava da più di un anno nel nostro paese, dove aveva preso la residenza, in queste condizioni. All’uomo è stato consegnato dagli agenti un verbale con una sanzione di 158 euro a cui ha fatto seguito il ritiro della patente. Infine sanzionato un conducente che faceva viaggiare la propria bambina di 6 anni senza l’apposito seggiolino.

«Il nostro obiettivo – commenta la comandante Liliana Rovaldi – è quello di sensibilizzare i conducenti sul rispetto delle regole del Codice della Strada poste per garantire la sicurezza di tutti nella circolazione. Constato purtroppo, che ancora in questo ambito, resta molto da fare; per questo proseguiremo nei nostri controlli, e invitiamo i cittadini a verificare lo stato dei propri mezzi per la propria incolumità e quella altrui».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un altro venerdì nero per gli automobilisti: pioggia di infrazioni nell’anconetano

AnconaToday è in caricamento