Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Senigallia: i carabinieri intensificano i controlli contro i furti

Controllo straordinario del territorio per i carabinieri della compagnia di Senigallia, che da sabato scorso fino alla mattinata di lunedì hanno monitorato 50 obiettivi sensibili e identificato circa 100 persone

Controllo straordinario del territorio per i carabinieri della compagnia di Senigallia, che da sabato scorso fino alla mattinata di lunedì hanno monitorato 50 obiettivi sensibili, identificato circa 100 persone di cui 14 con precedenti di polizia, 21 cittadini stranieri, tutti risultati regolari sul territorio nazionale, controllato 11 persone sottoposte al regime degli arresti domiciliari e 5 esercizi aperti al pubblico, nonché il traffico automobilistico lungo le principali direttrici della giurisdizione.
Nel corso di questo servizio, i militari hanno proceduto al controllato 23 migranti non comunitari, profughi richiedenti lo status di rifugiati politici, recentemente alloggiati presso l’Hotel Lori di Senigallia.

I carabinieri hanno inoltre denunciato in stato di libertà I. F., classe 1975, di Osimo (an), per guida sotto l’influenza di sostanze alcooliche e Z. E., classe 1950, di Monterado (an), per violazione delle norme per la protezione della fauna e per il prelievo venatorio. Infatti, su segnalazione delle guardie venatorie volontarie delWWF e di Legambiente, i carabinieri della stazione di Corinaldo hanno appurato che il monteradese utilizzava, mentre era a caccia, un richiamo acustico elettromagnetico proibito dalla legge.

L’attività di controllo del territorio si è concentrata particolarmente al contrasto dei furti in abitazione, recentemente aumentato nel senigalliese – così come purtroppo in tutta Italia – anche per l’azione di bande di criminali “itineranti” che si spostano per effettuare veri e propri “blitz”, in particolare nelle aree rurali della giurisdizione o in quelle isolate e poco illuminate dei centri abitati, per poi tornare nei territori di appartenenza e far perdere le proprie tracce.
I militari invitano quindi i proprietari a dotare – quando possibile –  le abitazioni di sistemi di allarme adeguati e di porre in essere una fattiva collaborazione di ciascun cittadino con le forze di polizia. Infatti, una telefonata tempestiva può talvolta consentire un immediato intervento e impedire un furto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senigallia: i carabinieri intensificano i controlli contro i furti

AnconaToday è in caricamento