menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Posti di blocco e controlli antidroga, un arresto ed una denuncia

Sono stati 76 i veicoli controllati così come 132 le persone perquisite. Questo il bilancio completo

Sette pattuglie dei Carabinieri hanno svolto ieri mattina controlli mirati in tutto il territorio die Senigallia, con posti di blocco lungo le arterie di maggior transito anche in pieno centro. 

VIOLAZIONE DI DOMICILIO

Durante questi servizi i Carabinieri di Belvedere Ostrense hanno arrestato un 39enne di Ancona, residente nella provincia di Rieti, colpito da un ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso a fine dicembre dalla Procura della Repubblica di Ancona. L’uomo dovrà scontare un residuo pena di 1 mese e 10 giorni di reclusione, dopo essere stato condannato per violazione di domicilio aggravata dalla violenza sulle cose. L’uomo, nell’agosto del 2006, senza aver ottenuto il permesso, si era introdotto nell’abitazione della sua ex compagna a Camerano, scassinando la porta di ingresso. Sul posto intervennero i Carabinieri, che lo arrestarono in flagranza di reato. Dopo circa due mesi e mezzo di carcerazione, il Tribunale di Ancona lo condannò alla pena di quattro mesi di reclusione. Il 39enne, che non ha mai chiesto di essere ammesso alle misure alternative, espletate le formalità di rito, è stato associato nel carcere di Montacuto dove ora dovrà scontare il residuo della pena.

GUIDA IN STATO DI EBBREZZA

I controlli hanno permesso di perquisire 76 autoveicoli e 132 persone di cui 21 straniere. Tra questi, una pattuglia del Nucleo Radiomobile ha fermato in via Capanna una Suzuki Vitara. Al momento del controllo dei documenti, l’automobilista, un 52enne di Senigallia, ha manifestato chiaramente di essere brillo. I Carabinieri lo hanno sottoposto all’accertamento etilometrico per verificare se si fosse messo alla guida sotto l’influenza dell’alcol. Il test è risultato positivo con un indice dello 0,94 gr/lt. All’automobilista è stata ritirata la patente di guida, mentre l’auto è stata affidata ad un familiare. Insieme ai provvedimenti di competenza del Prefetto, è scattata d’ufficio la denuncia alla Procura della Repubblica per guida sotto l’influenza dell’alcool. Inoltre altri 7 automobilisti sono stati contravvenzionati per varie violazioni alle norme del codice della strada.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento