Cronaca

Estate in sicurezza, la questura alza l’allerta: giovani e anziani sorvegliati speciali

Presentata in questura la terza edizione del progetto Mitì. Più pattuglie in città e litorale, con particolare attenzione alla movida e agli anziani soli in casa

Più controlli sul litorale tra Senigallia e Numana senza dimenticare le vie cittadine e le abitazioni più esposte che mai ai topi d’appartamento. La Questura lancia per il terzo anno il progetto Mitì: sicurezza ma soprattutto prevenzione verso anziani e giovani, figure sulle quali il questore Claudio Cracovia si è soffermato particolarmente nella presentazione del piano di sicurezza davanti ai dirigenti delle diverse specialità. In campo saranno utilizzate decine di agenti tra Polizia Scientifica, Volanti, Mobile, Polizia Stradale, Polizia Ferroviaria, Polizia di Frontiera, Polizia Postale, Squadra Nautica, Polizia Amministrativa e Unità Cinofila. «Il personale sarà impiegato a geometria variabile a seconda delle situazioni, in alcuni casi anche decine di agenti simultaneamente o a gruppi di tre o quattro». 

Giovani e sicurezza

«Non ci interessa la repressione nei confronti dei ragazzi, faremo un’opera di dissuasione per evitare che l’allegria e l’incoscienza del momento possa avere conseguenze devastanti sul loro futuro». Controlli a tappeto dunque sulle strade che collegano la città ai luoghi del divertimento, ma anche sulle strutture stesse della movida: task force in divisa e in borghese controlleranno il rispetto delle normative di sicurezza sia in quanto a capienza dei locali sia sulla somministrazione di bevande alcoliche ai minori. All’attività della Polizia Amministrativa si affianca dunque anche quella delle Unità cinofile e della Polizia stradale vigilerà anche sull’uso dei telefonini durante la guida. In provincia di Ancona è questa infatti è proprio l’uso di sms e social network al volante la prima causa di incidenti. 

Anziani 

La campagna informativa è stata sintetizzata da uno spot che sarà trasmesso dalle tv locali nei prossimi giorni. I consigli nel video di pochi secondi sono pochi e pratici: non credere a chi telefona chiedendo soldi, a chi propone guadagni facili, non far entrare sconosciuti in casa e chiamare il 113 davanti a qualunque caso sospetto. «Le vittime non vengono scelte a caso, i malviventi preferiscono quelle in stato di solitudine o minorata difesa- spiega Cracovia- spesso aprono la porta perché il semplice suono del campanello o lo squillo del telefono spezza la loro solitudine. Anche a Natale spesso chiamano la polizia anche solo per scambiare due parole». La Polizia Postale alzerà l’allerta online: «Le frodi informatiche in questo periodo conoscono delle vere e proprie impennate, senza dimenticare il maggior volume di denaro che circola su internet» ha aggiunto il questore. 

Strada e mare 

In mare la Squadra nautica pattuglierà il litorale assicurando la repressione delle violazioni al diritto della navigazione ma anche il soccorso e l’assistenza ai bagnanti. «Ridurremo al minimo i indispensabile il lavoro burocratico e lavoreremo in strada mentre gli altri si godranno il giusto e meritato risposo- ha concluso Cracovia- l’obiettivo è quello di far percepire il blu della nostra divisa come colore che esprime amicizia, supporto e sostegno». 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estate in sicurezza, la questura alza l’allerta: giovani e anziani sorvegliati speciali

AnconaToday è in caricamento