Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Senigallia

Parcheggiatori abusivi, scattano i controlli: uno era stato espulso mesi fa

Nella rete dei controlli sono finiti in tutto 12 cittadini stranieri, di età compresa tra i 19 e 43 anni, di cui 1 marocchino, 3 senegalesi e 8 nigeriani, sprovvisti di permesso di soggiorno

Ieri i Carabinieri della Compagnia di Senigallia, d’intesa con l’Ufficio Immigrazione della Questura del capoluogo, hanno eseguito un servizio finalizzato al contrasto dell’immigrazione clandestina. Quattro pattuglie, coordinate dal Comandante della Stazione di Marzocca, precedute in avanscoperta da militari del Nucleo Operativo in abiti civili, hanno controllato i luoghi e le piazze dove solitamente viene segnalata la presenza di cittadini stranieri che esercitano l’attività di parcheggiatori abusivi: parcheggio di via del camposanto vecchio (dietro all’ospedale), piazza Simoncelli, viale Bonopera.

Nella rete dei controlli sono finiti in tutto 12 cittadini stranieri, di età compresa tra i 19 e 43 anni, di cui 1 marocchino, 3 senegalesi e 8 nigeriani, sprovvisti di permesso di soggiorno. Tutti sono stati condotti in caserma e sottoposti alle operazioni di identificazione e foto-segnalamento per verificare la posizione di ognuno attraverso le impronte digitali. Nove fermati, che avevano in corso l’istruttoria per il riconoscimento dello status di rifugiato, sono stati rimessi subito in libertà. Tra loro anche un 21 enne nigeriano nei cui confronti la Commissione per il riconoscimento della protezione internazionale di Ancona aveva espresso il diniego al riconoscimento della protezione internazionale. Tuttavia il 21enne attraverso i suoi legali ha depositato ricorso alla Corte d’Appello di Ancona che non si è ancora pronunciata nel merito. Invece il marocchino di 35 anni ed un senegalese di 41 anni sono stati accompagnati presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Ancona dove gli è stato notificato il decreto motivato di espulsione.

Anche un altro senegalese di 36 anni. Su di lui é risultato esecutivo un decreto di espulsione emesso nell’aprile 2016 dal Prefetto di Pesaro Urbino. Tra l’altro a carico di quest’ultimo è stata contestata un violazione amministrativa di 5000 euro in materia di commercio, perché, al momento del controllo, è stato sorpreso mentre vendeva mercanzia varia su area pubblica, senza la prescritta licenza. Si è proceduto al sequestro di: 87 paia di calzini, 20 pacchi di fazzoletti di carta; 20 accendini; 4 accendigas; 1 pacco di mollette; 1 torcia elettrica. Le cose sequestrate verranno consegnate all’ufficio preposto del Comune di Senigallia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parcheggiatori abusivi, scattano i controlli: uno era stato espulso mesi fa

AnconaToday è in caricamento