Ordinanza anti-vetro: scattano i primi controlli (e le prime multe)

Multati un consumatore e un esercente di piazza Ugo Bassi. Controlli anche a piazzale Loreto, in corso Carlo Alberto, via Fiorini, via Saracini, via Pergolesi

Sono scattati ieri sera i primi controlli per verificare il rispetto dell’ordinanza che fa divieto dalle ore 20.00 alle ore 06.00 del mattino di vendere per asporto bevande di qualsiasi genere in contenitori di vetro; di circolare e stazionare su suolo pubblico detenendo a qualsiasi titolo contenitori di vetro, ad eccezione delle bevande trasportate in contenitori sigillati e confezionati all’origine e di abbandonare contenitori di vetro sulla pubblica via.

Primi controlli, dunque, e prime sanzioni, due nello specifico (di 154 euro l’una) comminate dagli agenti della polizia municipale nei confronti di un consumatore e di un esercente nei pressi di piazza Ugo Bassi. Ma i controlli si sono estese anche ad altre vie ed hanno preso in oggetto zone più esposte a fenomeni relativi a tipo consumo e all’abbandono di contenitori di vetro nella pubblica via: controllati anche piazzale Loreto, corso Carlo Alberto, via Fiorini, via Saracini, via Pergolesi. Hanno preso parte alle verifiche oltre ai vigili urbani anche una pattuglia della Polizia di Stato, sezione volanti, ed una pattuglia e dell’esercito.

“Ringraziamo il comandante Guido Paolini e gli agenti della Polizia Municipale che ieri sera hanno effettuato un primo intervento di controllo sul territorio per l’applicazione dell’ordinanza – affermano il sindaco Fiorello Gramillano e l’assessore alla sicurezza Roberto Signorini -. L’intervento aveva anche lo scopo di sensibilizzare esercenti e clienti sul rispetto delle nuove regole, tutte volte a garantire maggiore sicurezza e vivibilità della città. in questo senso ringraziamo  il questore Stefano Cerere  e in particolare la sezione volanti per il sostegno fornito e al contempo, per l’impegno profuso  nell’individuare e assicurare alla giustizia i responsabili di reati contro il patrimonio messi a segno negli ultimi tempi in città”.

I controlli per il rispetto dell’ordinanza – scrive il Comune – proseguiranno anche nei prossimi giorni e verranno ripetuti proprio per sollecitare continuamente la sensibilità dei cittadini al rispetto delle regole ed evitare quanto avveniva in passato, ovvero l’abbandono indiscriminato di bottiglie di vetro vuote in molte vie della città, segno di assoluta inciviltà ma anche elemento di forte preoccupazione in quanto i  frammenti  potrebbero trasformarsi in armi improprie creando situazioni di grave pericolo  per l'incolumità pubblica.  
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Raffica di esplosioni, poi le fiamme altissime: maxi incendio nel porto di Ancona

  • Incendio al porto di Ancona, quella nube era tossica: ora c'è un'indagine della Procura

  • Incendio porto, in città non si respira: Comune chiude scuole e parchi

  • «Non c'erano sostanze tossiche», ma la Mancinelli non si fida e corre ai ripari

  • Notte d'inferno al porto, la lunga lotta contro l'incendio che ha devastato l'ex Tubimar

  • La sindaca riapre le scuole, ma il Savoia-Benincasa non ci sta: «Noi restiamo chiusi»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento