menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Il Covid non spaventa gli irriducibili del sabato sera: «Andavamo a fare una birretta»

Raffica di denunce del carabinieri, due giovani nei guai. Un sessantenne girava con un coltello in auto. Nel mirino anche un clochard che chiedeva l'elemosina

Non è ancora chiaro a tutti che bisogna restare a casa. Al contrario, in tanti continuano a girare in strada come se nulla fosse, infischiandosene del Coronavirus. Per fortuna ci sono le forze dell’ordine a ricordare agli smemorati l’ordinanza del Governo che impone l’obbligo di non uscire, se non per comprovata necessità.

I carabinieri nella sola giornata di sabato hanno denunciato 18 persone su 426 controllate nel territorio provinciale, ai sensi dell’articolo 650 del codice penale. Svariate le giustificazioni addotte. «Andavamo a fare una birretta, ma è tutto chiuso» hanno spiegato due ragazzi beccati in auto sabato sera a Collemarino.  A Camerano, invece, un 60enne non solo girovagava senza motivo, ma aveva pure un coltello in auto.

Tra i denunciati, anche un clochard che chiedeva l’elemosina davanti a un supermercato a Monte San Vito, pur essendo domiciliato a Jesi, e un 35enne nigeriano che a Falconara è incappato in un controllo dei carabinieri: si rifiutava di esibire i documenti e quando è stato portato in caserma è emerso che era irregolare. Per lui sono state avviate le pratiche per l’espulsione. 

CORONAVIRUS LIVE 

L'ULTIMO BOLLETTINO E' TRAGICO

IL PATRON DELL'ANCONITANA DONA 18MILA MASCHERINE 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Ancona millenaria va in tv: la storia della "dorica" in prima serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento