Calano i furti, raffica di multe e sequestri di droga: il 2019 dell'Arma di Fabriano

I carabinieri stilano il bilancio annuale: nonostante la percezione dei cittadini e i picchi di dicembre, i blitz nelle abitazioni sono diminuiti del 26%

Foto di repertorio

E’ iniziato il 2020 e i carabinieri della Compagnia di Fabriano tracciano un bilancio del lavoro svolto nel 2019. Tanti sono stati gli impegni, gli eventi e le richieste pervenute dai cittadini dei 7 comuni che rientrano nel territorio di competenza della Compagnia dove operano, oltre al Nucleo Operativo e Radiomobile, 7 Stazioni, su un territorio prevalentemente montano di oltre 750 chilometri quadrati e abitato da circa 54.000 persone. 

Reati in calo

Il 2019 ha fatto registrare un calo importante dei delitti, diminuiti di oltre il 20% rispetto all’anno precedente (da 1.383 a 1.072). Significativo anche il decremento di circa l’11% dei furti (da 413 a 356) che arriva al 26% per i furti in abitazione (da 162 a 119). Quasi inesistenti gli altri reati di particolare allarme sociale: diminuite del 20% le rapine (da 5 a 4). I carabinieri hanno proceduto per oltre l’80% dei delitti commessi nel territorio di competenza e hanno scoperto più della metà dei reati denunciati (629), con l’arresto di 16 persone, 459 sono state denunciate

Incidenti e raffica di multe

Importante l’attività di controllo del territorio: sono stati 4.641 i servizi di pattuglia e perlustrazione, con un impiego di 8.604 militari e 67.000 ore di attività esterna. Oltre 2.000 le chiamate ricevute. Sono stati rilevati 179 incidenti stradali di cui 3 mortali e 57 con feriti, alcuni dei quali lungo la Statale 76. Identificate 22.422 persone e controllati 15.219 veicoli, con 927 multe per un ammontare di 112.764 euro e 2.287 punti sottratti dalle patenti. Tra le contravvenzioni, 149 sono state contestate per il mancato uso delle cinture di sicurezza e 39 per l’utilizzo del cellulare alla guida; 113 i veicoli sorpresi a circolare con la revisione scaduta e 30 quelli senza assicurazione. Servizi mirati sono stati effettuati per contrastare l’alcol alla guida, nei pressi di pub e discoteche in particolare: 51 le denunce per guida in stato di ebbrezza e 19 per guida sotto l’effetto stupefacenti, 47 i veicoli sequestrati e 20 quelli sottoposti a fermo amministrativo.

Lotta alla droga

Durante il 2019, inoltre, sono state denunciate 51 persone per possesso di droga e 59 segnalate alla Prefettura come assuntori. Numerosi sono stati anche i servizi svolti, anche con l’ausilio delle unità cinofile, nei pressi delle scuole o altri luoghi di aggregazione giovanile, come piazze, terminal dei bus e discoteche, per sensibilizzare il contrasto al consumo di stupefacenti. E tra le operazioni di servizio più significative, si ricorda, all’inizio del 2019, l’arresto due uomini per aver adescato e filmato delle giovani nude. Un mondo di mezzo venuto alla luce grazie al coraggio di una mamma del Fabrianese che, insospettita dagli strani comportamenti della figlia, sempre a chattare e con una insolita disponibilità di denaro, ha confidato i suoi timori al comandante dei carabinieri della sua città. 

Ruolo sociale 

Prezioso anche il ruolo sociale dell’Arma per migliorare la sicurezza percepita: sono stati tenuti incontri nelle scuole con le unità cinofile e il “robot” filoguidato degli artificieri-antisabotaggio. Nel corso degli incontri, si è parlato non solo di legalità, ma sono stati forniti consigli utili in vari settori, tra cui quelli per prevenire i pericoli in cui ci si può imbattere nell’uso dei social network. Incontri sono avvenuti anche presso sale parrocchiali e ritrovi per persone più anziane, dove ai presenti i carabinieri hanno dispensato consigli utili per prevenire truffe e furti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo caso anche nelle Marche: positivo al primo test in attesa di controprova

  • Coronavirus, altri 2 tamponi positivi: salgono a 3 i casi nelle Marche

  • Coronavirus, Marche blindate: firmata l'ordinanza

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

Torna su
AnconaToday è in caricamento