Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Centro storico / Via Giacomo Matteotti

Controlli a tappeto: due denunce, un arresto e chiuso un bar del Piano

Gli agenti hanno fermato un 13enne a bordo di una moto rubata, colto a bere al bar con gli amici una donna ai domiciliari e chiuso per 10 giorni un locale divenuto punto di incontro della microcriminalità

Quando gli agenti di polizia gli hanno intimato di fermarsi  per tutta risposta il giovane ha accelerato e ha cercato di fuggire a bordo di un motociclo Honda 150 cc, ma è stato preso quasi subito, bloccandolo in Largo Cappelli: lui è risultato avere appena 13 anni, e la moto è risultata rubata. Il fatto è accaduto ieri in via Matteotti, attorno alle 19 e 40: il giovanissimo ladro era un minore di nazionalità rumena, che aveva agito assieme ad un altro ragazzo di 17 anni, italiano. Entrambi erano in affidamento ad una comunità per minorenni.
Insieme i due avevano rubato la moto nel parcheggio dell’Auchan: ora dovranno rispondere di furto aggravato. Per il momento sono stati riaffidati al responsabile della Comunità.  

Nel tardo pomeriggio di ieri gli Agenti delle Volanti della Questura di Ancona hanno notato un gruppo di persone che, sedute al tavolo esterno di un bar di piazza Cavour, stavano tranquillamente sorseggiando bevande alcoliche.
Avvicinatisi per un più approfondito controllo, gli agenti hanno riconosciuto una nota pregiudicata che, in evidente stato di ebbrezza, rideva a crepapelle come se stesse festeggiando qualcosa. Inevitabile la fine della festicciola.
La donna, A.A.R., anconetana di 54 anni , che  ha anche cerato di convincere i poliziotti che stessero sbagliando persona, avrebbe dovuto essere a casa sua - dall'altra parte della città - perché detenuta domiciliare.
Questa mattina il Tribunale di Ancona l'ha condannata a 8 mesi di reclusione, che trascorrerà presso il Carcere femminile di Pesaro.

Eseguite verifiche di polizia amministrativa anche in numerosi esercizi pubblici del capoluogo: nel corso dei controlli sono state identificate numerose persone con precedenti di polizia di vario genere, che avevano stabilito il luogo di comune ritrovo in un bar nel quartiere del Piano San Lazzaro.
L'esercizio pubblico, per questa ragione, è stato sottoposto ad un programma di interventi che hanno evidenziato, scrive la Questura, “come fosse oramai diventato una centrale di incontro tra criminali”.
Avvalendosi di una norma del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, l'artcolo 100, il Questore ha disposto la chiusura per 10 giorni del bar.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli a tappeto: due denunce, un arresto e chiuso un bar del Piano

AnconaToday è in caricamento