Mare sicuro: la Guardia Costiera ricorda doveri per imbarcazioni e bagnanti

L'Ammiraglio Pettorino: "Ricordare sempre il numero gratuito 1530 per tutte le emergenze che è attivo 24 ore su 24 e che permette di collegarsi direttamente con la Capitaneria di porto"

A fronte dei recenti episodi accaduti in altre regioni d’Italia e del periodo di maggiore afflusso del turismo balneare Il Comando Regionale della Guardia Costiera delle Marche ha diffuso un comunicato per ricordare

- il rigoroso rispetto dei limiti di velocità (inferiore a 10 nodi entro i 1000 metri dalle spiagge frequentate dai bagnanti e 500 metri dalle coste a picco) nonché la distanza dalla costa (al di fuori dei 300 mt.) che devono essere mantenuti dalle imbarcazioni da diporto;
- i bagnanti sono invece invitati a rispettare i divieti esistenti in prossimità dei porti (divieto di balneazione e pesca)  e dei “corridoi di lancio” .

Proprio in occasione del culmine della stagione estiva i dodici Uffici Marittimi delle Capitanerie di porto-Guardia Costiera delle Marche metteranno in campo tutte le risorse necessarie e disponibili via mare e via terra per garantire il trascorrere sereno delle vacanze di migliaia di turisti.

“Nel momento di maggiore affluenza del turismo legato al mare mi preme ricordare il numero gratuito 1530 per tutte le emergenze che è attivo 24 ore su 24 e che permette di collegarsi direttamente con la Capitaneria di porto competente per territorio” ha dichiarato il Comandante Regionale della Guardia Costiera delle Marche Amm. Giovanni Pettorino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre (Natale) e Dl spostamenti, cosa cambia nelle Marche: le modifiche

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Marche zona gialla o zona arancione? Acquaroli fa chiarezza

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • LE MARCHE TORNANO ZONA GIALLA

  • Ora è ufficiale, le Marche di nuovo in zona gialla: ma cosa cambia da domenica?

Torna su
AnconaToday è in caricamento