menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marco Santini, credit: marcosantinimusic.com

Marco Santini, credit: marcosantinimusic.com

Confindustria e musica, ospite il celebre violinista Marco Santini

Il celebre artista Marco Santini allieterà la serata del 3 marzo con il suo violino in un concerto insieme alla sorella Lucia

Confindustria e musica: un connubio insolito quello che ha unito il Club della Qualità di Confindustria Ancona e il violinista Marco Santini, che allieterà la serata del 3 marzo con il suo violino in un concerto insieme alla sorella Lucia, pianista.

«Il Club della Qualità – spiega Costantino Ricci, Presidente del Club – da sempre dedica un evento annuale a temi che esulano dall’industria. Non è la prima volta dunque che ospitiamo personaggi che provengono da altri mondi con l’obiettivo di aprire le nostre menti e i nostri cuori a stimoli diversi e allo stesso tempo aprire realmente le porte dell’Associazione anche alla cittadinanza. Lo abbiamo fatto quando abbiamo coinvolto nomi noti dello sport come Dan Peterson, Yuri Chechi e Julio Velasco, quando abbiamo ospitato Vincenzo Mollica e Francesco Musante con i loro disegni e ancora in occasione del concerto Jazz con Erika Leonardi. Ci piace stimolare gli imprenditori su tematiche nuove, portarli fuori dai loro naturali ambienti, perché siamo convinti che le idee per migliorare noi stessi e di conseguenza anche il nostro modo di fare azienda possano provenire anche dalle situazioni e dai luoghi più diversi».

La scelta di Marco Santini non è casuale: oltre ad essere un grande artista e un innovatore nel suo campo, Marco sta portando le Marche nel mondo. A gennaio 2014 ha ricevuto una lettera di complimenti e di ringraziamento da Papa Francesco che ha ascoltato “Il Cristo delle Marche”, primo brano da lui composto ed eseguito al Pantheon di Roma davanti alle più alte cariche dello Stato.

«Oggi ci viene costantemente richiesto quanti un cambio di passo – ha concluso Ricci -e lo spirito del Club è proprio questo: essere motore del cambiamento, diffondere e stimolare  attività e di esperienze innovative sui temi culturali d’avanguardia, per favorire attraverso il confronto la crescita ed il cambiamento culturale».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento