Insulti all’autista e sputi: passeggero senza mascherina lasciato a piedi tra gli applausi

Un'uscita di scena sottolineata dai sospiri di sollievo e dagli applausi degli altri passeggeri presenti, solidali con l’autista e anche rassicurati dal rispetto delle regole per prevenire il contagio da Covid-19

foto di repertorio

ANCONA - Sputi e insulti all’autista che non lo fa salire sul bus senza mascherina. Una stonatura rispetto a una Fase 2 che si è aperta stamattina in tutta tranquillità sulle linee urbane ed extraurbane. Un episodio davvero sgradevole che si è verificato nelle prime ore del mattino sulla linea 4 quando un uomo ha fatto per salire a bordo senza una protezione al viso come previsto dalle nuove misure che Conerobus ha disposto, in accordo con le disposizioni ministeriali, per il graduale ritorno alla normalità dall'emergenza sanitaria da Coronavirus. Emergenza non finita e per questo da affrontare con la massima cautela, anche se le maglie ora sono un più larghe. Alla vista di quel passeggero l’autista gli ha fatto notare la cosa e chiesto di adeguarsi. L’uomo, per tutta risposta, ha iniziato a insultare il conducente e poi ha sputato contro il mezzo. Un gesto incivile e, di questi tempi, anche pericoloso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Solo alla minaccia di chiamare le forze dell’ordine l’uomo si è allontanato. Un'uscita di scena sottolineata dai sospiri di sollievo e dagli applausi degli altri passeggeri presenti, solidali con l’autista e anche rassicurati dal rispetto delle regole per prevenire il contagio da Covid-19. «Un episodio che condanniamo – spiega il presidente di Conerobus, Muzio Papaveri – siamo felici del comportamento del nostro collega e vogliamo sia chiaro a tutti i cittadini che noi continueremo a fare il nostro dovere, garantendo il servizio senza transigere sulla sicurezza. Lo facciamo per tutti gli utenti e per i nostri dipendenti”. Tutta la scena è stata ripresa dall’impianto di videosorveglianza del mezzo e si sta valutando l’opportunità di denunciare l’accaduto alle forze dell’ordine. “La tolleranza per chi non rispetta le regole è zero anche in periodo di ordinaria attività – conclude il presidente Papaveri – a maggior ragione in un momento in cui tutti siamo chiamati a maggior senso di responsabilità e sacrifici».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

  • Reparti Covid sold out a Torrette, scatta il blocco delle ferie per infermieri e Oss

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento